L'urlo di Tarzan in versione piratesca?

E' in arrivo un nuovo film dedicato a Tarzan. A dirigere sarà Stephen Sommers che preannuncia un signore della giungla più sexy, atletico e combattivo.

Ogni mito della Hollywood passata che rispetti deve tornare a vivere di nuova vita grazie a uno o più remake. Stavolta toccherà a Tarzan tornare sul grande schermo sotto forma di blockbuster per allietare il pubblico desideroso di forti emozioni in compagnia del re della giungla. A tal proposito il regista Stephen Sommers ha anticipato le prime novità sul progetto spiegando che la sua versione della storia si discosterà dal romanzo originale di Edgar Rice Burroughs e sarà molto più simile allo stile scanzonato e spettacolare della saga dei Pirati dei Caraibi, con "attori muscolosi e abbronzati che voleranno nella giungla da un albero all'altro, utilizzando tecniche in stile parkour."

Il parkour, che sembra andare per la maggiore a Hollywood, è una tecnica sportiva che spettacolarizza l'azione, un po' come avevano fatto le arti marziali per i combattimenti di Matrix. La vediamo utilizzata in apertura di Casinò Royale, L'Incredibile Hulk e su di essa si baseranno i duelli di Prince of Persia: Sands of Time, spettacolare pellicola ispirata all'omonimo videogioco che è attualmente in lavorazone a Pinewood. La release di Tarzan, il cui script sarà firmato da Stuart Beattie, è prevista per il 2010. Beattie, già co-sceneggiatore de La maledizione della prima luna, e Sommers hanno già condiviso l'esperienza di lavorare a importanti blockbuster come i primi due capitoli della saga de La mummia. Il duo è attualmente impegnato nella lavorazione dell'action adrenalinico G.I. Joe che verrà distribuito la prossima estate.

L'urlo di Tarzan in versione piratesca?
Privacy Policy