Jane Got a Gun: la regista non si presenta sul set

Il primo giorno di riprese Lynne Ramsay non si è fatta viva sul set lasciando cast e tecnici di stucco. La produttrice Natalie Portman è alla ricerca di un rimpiazzo.

Sappiamo di molti registi dimissionari per divergenze creative con la produzione, ma ciò che stiamo per raccontarvi non era mai successo. Dopo una lunga preparazione, era stato finalmente fissato l'inizio della lavorazione del western Jane Got a Gun, prodotto e interpretato da Natalie Portman. Il primo giorno di riprese, però, la regista Lynne Ramsay non si è presentata sul set costringendo la Portman e Scott Steindorff a cercare un rimpiazzo. Il film, che vede nel cast anche Joel Edgerton, Rodrigo Santoro e Jude Law, è al momento in stallo.

Steindorff, che è anche finanziatore con la sua Scott Pictures, ha dichiarato: "Ho investito milioni di dollari e siamo pronti a girare. Abbiamo una grande sceneggiatura, un grandissimo cast e un'ottima crew. Sono scioccato e arrabbiato pensando che qualcuno possa fare questo a 150 persone che hanno messo tanto impegno ed energia in un progetto e ora si ritrovano con una regista che non si fa viva. E' folle che qualcuno possa fare questo ad altre persone. Mi dispiace per la crew e per le loro famiglie, ma dobbiamo andare avanti, stiamo valutando altri registi e a breve arriverà un rimpiazzo". Per quanto riguarda le conseguenze legali, la Ramsay "doveva lavorare o pagare la penale. Io sono concentrato sul film, ma proteggerò i miei diritti. Questo perché una persona ha compiuto un atto irresponsabile."

Lynne Ramsay è autrice dell'acclamato E ora parliamo di Kevin. Sarà interessante sentire la sua versione e capire le ragioni del suo strano comportamento.

Jane Got a Gun: la regista non si presenta sul set
Privacy Policy