Inside Out

2015, Animazione

Inside Out: ecco perché in Giappone Riley odia i peperoni

Il regista Pete Docter ha rivelato qualche dettaglio sulle differenze esistenti nelle varie versioni internazionali del film.

Il film Inside Out in alcune nazioni è leggermente diverso per adattarsi alle tradizioni e alla cultura locale. In Giappone, ad esempio, la piccola Riley non odia affatto i broccoli ma i perperoni verdi, che negli Stati Uniti sono molto più apprezzati.
Il regista Pete Docter ha però spiegato: "Abbiamo scoperto che alcuni elementi non avrebbero avuto senso in altre nazioni. Per esempio, in Giappone, i broccoli non sono considerati disgustosi. I bambini li amano. Quindi abbiamo chiesto 'Cosa non amate?' Hanno detto i peperoni verdi".

Inside Out: Riley disprezza i peperoni nella versione giapponese

Nelle versioni internazionali, inoltre, nella mente del padre di Riley le emozioni assistono a una partita di calcio e non di hockey perché in molte parti del mondo quello è lo sport più diffuso e apprezzato. In alcune nazioni, però, si è deciso di mantenere la versione originale perché i protagonisti sono del Minnesota e veniva quindi giustificata la scelta della disciplina.

Docter ha quindi rivelato che sono stati effettuati altri cambiamenti in Inside Out per adattarsi agli spettatori di tutto il mondo, come quando Bing Bong legge un cartello con scritto D-A-N-G-E-R che è stato tradotto in varie lingue e in alcune versioni il personaggio indica le lettere da destra a sinistra invece che da sinistra a destra.

Inside Out: ecco perché in Giappone Riley odia i...
Inside Out: Lodovica Comello e Tess Masazza cercano emozioni a Giffoni
Il successo delle idee: la Top 10 dei campioni d’incassi nella storia della Pixar
Privacy Policy