I Kennedy tornano a ispirare il piccolo schermo

Una nuova miniserie sulle vite dei Kennedy, il clan americano che da sempre affascina il pubblico con le storie dei giovani John e Robert, due grandi uomini politici la cui fine tragica li ha stroncati nel fiore degli anni.

Il network via cavo History ha dato il via a un nuovo progetto basato su una delle icone Americane più amate: la famiglia Kennedy. The Kennedys, una miniserie di otto episodi di un'ora ciascuno è firmata da Stephen Kronish, ex produttore esecutivo di 24, e dalla stessa serie arriva il co-creatore Joel Surnow, mentre Jon Cassar si occuperà della regia. La Muse Entertainment sosterrà i costi di produzione, che si aggirano intorno ai 25 milioni di dollari, insieme alla Asylum Entertainment. Il presidente della History, Nancy Dubuc, ha dichiarato che la crescita del canale negli ultimi tre anni è stata la molla che ha dato il via allo sviluppo del primo script originale, ed inoltre che "la famiglia Kennedy era la scelta più logica, poichè da sempre il fascino di questo clan ha catturato l'attenzione del pubblico", riferendosi soprattutto ai ratings che hanno ottenuto con la serie di documentari su John F. Kennedy e su suo fratello Bobby.

La serie partirà con le elezioni del 1960 vinte da John e finirà con l'assassinio di Robert nel 1967, con flashback multipli sul loro passato. Il focus del dramma sarà la relazione dei due fratelli con il padre, Joe e gli altri membri della famiglia. La storyline traccerà dei paralleli con Il Padrino, in relazione al personaggio di un padre egocentrico e ambizioso determinato a realizzare i suoi obiettivi grazie ai suoi figli, i quali tentano di non deludere le aspettative paterne e al tempo stesso trovare la loro indipendenza. Ovviamente gli eventi politici dell'epoca faranno da sfondo alle vicende personali, dalla Baia dei Porci fino ai primi movimenti per i diritti civili, ma senza offuscare le dinamiche tra padre e figlio e tra fratello e fratello.

L'autore aveva dieci anni quando Kennedy salì al potere ed è cresciuto idolatrando il giovane Presidente del New England; soltanto anni dopo Kronish è venuto a conoscenza dell'aspetto privato delle leggenda, che ha dichiarato essere "meno affascinante di quello pubblico". Kronish continua parlando del progetto "non volevo che la miniserie fosse l'ennesima avventura romantica e leggendaria, ce ne sono fin troppe. Si tratta piuttosto di uno sguardo onesto sulla vita di persone che hanno raggiunto vette importanti in giovane età. Stiamo cercando di spogliarli dell'aurea mitologica che li avvolge a causa della morte violenta che hanno subito, vogliamo soltanto mostrarli per ciò che erano, pregi e difetti compresi". La sceneggiatura si allontana da quanto il pubblico già conosce e gli storici discorsi lasceranno il posto a conversazioni private, obiettivo che non è stato semplice da raggiungere, considerato che il network pretende un'accuratezza storica comprovata. Nessun membro della famiglia Kennedy è stato intervistato in merito alla minserie, ma Kronish e Surnow garantiscono che tutto ciò che comparirà sullo schermo è stato confermato da molteplici fonti. Le riprese prenderanno il via il prossimo anno e si attende il debutto della premiere per il 2011.

I Kennedy tornano a ispirare il piccolo schermo
Privacy Policy