De La Iglesia, Virzì e Gregoretti al Festival napoletano

I primi giorni del Napoli Film Festival, da Alex de la Iglesia ai Virzì e Gregoretti, e l'anteprima di Ultraviolet.

Patrizio Marino

E' entrato nel vivo in NapoliFilmFestival con Alex de la Iglesia, Paolo Virzì e Carlo Virzì, Ugo Gregoretti e Leonardo Di Costanzo.
Di Costanzo e Bruno Oliviero hanno presentato la storia de L'Odessa, nave di proprietà della societa ucraina Brasca che si trova attraccata a Napoli nel momento di maggiore crisi economica del gruppo. E' il 1995, la Brasca in crisi economica non paga i creditori, la Odessa viene bloccata nel porto di Napoli, i marinai senza stipendio e approvvigionamenti continuano a prendersi cura della loro nave sopravvivendo grazie all'aiuto delle famiglie, che per sostenerli si indebitarono, della comunità ucraina di Napoli e della solidarietà della gente del porto. La nave da crociera Odessa diventa il simbolo della decadenza dell'Impero sovietico.

Nella sezione Making Of in arrivo i dcumentari dietro le quinte di N e L'estate del mio primo bacio, rispettivamente di Paolo Virzì e di Carlo Virzì.
N racconta il backstage del film su Napoleone di Paolo con Daniel Auteil e Monica Bellucci[/PEOPLE]. Il documentario di Alessandra Roveda racconta i vari passaggi che hanno accompagnato la preparazione e la realizzazione del film. Venerdì 9 alle 21 Paolo sarà protagonista a Napoli dell'Incontro ravvicinato con il pubblico al Warner Village Metropolitan.
Roveda firma anche Un'estate speciale, backstage di L'estate del mio primo bacio, film d'esordio di Carlo Virzì, fratello minore di Paolo. Nel film il regista racconta con Teresa Ciabatti, autrice del libro da cui il film è tratto, l'adattamento della sceneggiatura e le varie fasi di realizazione di questa opera prima.

Nella sezione Parole di Cinema un polemico Ugo Gregoretti ha incontrato alcuni studenti. Ricordando l'ostilità dei critici verso il suo film Le belle famigie del 1964, ha sostenuto che allora non gli fu perdonato di venire dalla televisione, alla quale riconosce di avergli permesso una maggiore libertà espressiva senza scendere ai compressi ai quali lo obbligava il cinema. A differenza di Paolo Sorrentino, Gregoretti non nattribuisce la stentata distribuzione dei film italiani alla loro scarsa qualità, per il regista la colpa è di chi ci governa: "I principali nemici del nostro cinema sono quelli che ci governano, i quali vorrebbero si facessero solo i film di Natale, sostenendo che il film è merce. Le sovvenzioni, le tutele sono tutte per questo tipo di cinema, negandone il valore di prodotto culturale, commerciandolo come fossero bottoni o salumi". Per Gregoretti il cinema italiano "Deve riconquistare quel peso, quell'importanza e quella capacità di attrazione che aveva negli anni Sessanta. Oggi il nostro cinema è l'ombra di se stesso". Concludendo con una nota polemica verso i giovani registi che si considerano più discendenti del cinema americano che del cinema italiano storico.

Questa edizione del NapoliFilmFestival ha dedicato una retrospettiva completa a Alex de la Iglesia. Il regista spagnolo nel corso di una conferenza stampa ha annunciato i suoi nuovi progetti. Il primo, Oxford Crimes dal romanzo Crimines imperceptibles dello scrittore argentino Guillermo Martinez, partirà ad ottobre. Classico thriller, il film ha per protagonisti due matematici, uno studente francese e il suo professore, coinvolti nella risoluzione di un delitto in un college inglese, i due si sfideranno a colpi di logica.
Il secondo progetto ha annunciato de la Iglesia è Think about Disney.Il regista è alla ricerca di finanziatori per questo film che sarebbe il più costoso della sua carriera per un budget previsto di circa 20 milioni di dollari. Il film è stato proposto a tutte le major di Hollywood che si sono dette affascianate dal progetto ma si sono tirate indietro forse anche per il timore di profanare il nome di Disney.
La storia è quella di un uomo che, sopravvisuto ad un incidente, si scopre in grado di vedere l'inferno sulla terra e comincia a combattere contro terribili demoni. In seguito scoprirà di non essere il solo: esiste addirittura un esercito di resistenza urbana, con quartier generale i parchi a tema, che scaccia i demoni cantando le canzoni dei popolari cartoni disney.

Reduce da uno dei più grandi successi della stagione Fausto Brizzi ha lanciato al NapoliFilmFestival il seguito di Notte prima degli esami: "Cominceremo a girare le riprese del seguito di Notte prima degli esami 2 ad ottobre a Roma. Il cast del primo film è quasi tutto confermato, ci sarà anche Giorgio Faletti che farà un cameo". Brizzi ha anche anticipato una new entry di spessore nel cast, un nome che però non ha ancora voluto rivelare: "Lo sveleremo nei prossimi mesi, ma non è un attore romano. Posso anticipare che il timing della lavorazione è stato programmato per uscire nelle sale a San Valentino del 2007".
Nella serata di martedì, si è tenuta l'anteprima di Ultraviolet, con Milla Jogovich, evento speciale del festival.

De La Iglesia, Virzì e Gregoretti al Festival...
Privacy Policy