Cinema da leccarsi i baffi

Il magazine Empire ha stilato una curiosa classifica sui personaggi baffuti apparsi sul grande schermo. Daniel Day-Lewis è in prima e ottava posizione con 'Il petroliere' e 'Gangs of New York'. Ma in top-ten c'è anche Salma Hayek nei panni di Frida Kahlo.

La rivista Empire è famosa per le classifiche che pubblica con una certa frequenza e tramite le quali stabilisce di volta in volta "L'horror più spaventoso degli ultimi anni" o "La star più sexy del decennio" e altro ancora. Questa settimana il magazine americano ha deciso di stilare una top-ten con i baffi, anzi sui baffi. Nello specifico, quelli sui personaggi di un film entrati nell'immaginario collettivo anche per merito di un bel paio di baffi

Al primo posto della classifica c'è Daniel Day-Lewis con il paio di baffi folti e ordinati sfoggiati ne Il Petroliere, ma l'attore inglese occupa anche l'ottava posizione con i baffoni irsuti di Bill Cutting, il "Macellaio" di Gangs of New York, diretto da Martin Scorsese nel 2002. Al secondo posto della top-ten c'è Orlando Bloom con i baffetti del suo William Turner, co-protagonista della saga dei Pirati dei Caraibi insieme a Johnny Depp, poi a seguire John Travolta per il suo ruolo del generale Quintard ne La sottile linea rossa e il simpatico Mr. Potato Head dei due episodi di Toy Story, che era doppiato dall'attore Don Rickles.

Al quinto posto - sorpresa! - c'è una donna: Salma Hayek, nei panni di Frida Kahlo, ha abbastanza baffi - e sopracciglia, come ha osservato Empire - da meritarsi un posto di tutto rispetto nella classifica dei baffi cult del cinema. Dopo l'irsuta pittrice interpretata dalla Hayek, la classifica prosegue con i baffi di Billy Dee Williams, interprete di Lando Calrissian ne L'impero colpisce ancora e Il ritorno dello Jedi, e poi con un paio di baffi classici, considerati tra i più affascinanti della storia del cinema, ovvero quelli di Clark Gable nei panni di Rhett Butler in Via col Vento.
La classifica si chiude infine con i baffi di Al Leong in Trappola di Cristallo, i baffoni rock di Harry Shearer nel cult This Is Spinal Tap e quelli di Sam Elliott ne Il Grande Lebowski.

Cinema da leccarsi i baffi
Privacy Policy