Cannes, polemiche e cinema italiano

Polanski ha abbandonato la conferenza stampa in polemica con i giornalisti. Tra i protagonisti della quinta giornata di festival, anche il nostro cinema.

Oggi Cannes celebra i suoi sessant'anni di vita con il film To Each His Own Cinema, formato da tanti cortometraggi di tre minuti ognuno, con i quali 33 registi hanno espresso il loro pensiero sulla settima arte ambientando i loro corti in una sala cinematografica. Tra gli autori di questo progetto celebrativo ci sono anche David Cronenberg, Takeshi Kitano, Nanni Moretti, Zhang Yimou e Roman Polanski. Il regista de L'inquilino del terzo piano però si è reso protagonista di una polemica con la stampa: "Ci sono state domande così stupide da parte vostra" - ha detto il regista ai giornalisti nel corso di una conferenza alla quale erano presenti anche gli altri autori di To Each His Own Cinema - "Evidentemente l'uso del computer vi ha annebbiato il cervello: non scrivete neanche più a macchina e ormai copiate solo le cose dal vostro computer" a quel punto Polanski ha proposto di andare a pranzo ed ha lasciato la sala. A far arrabbiare il regista francese era stata una domanda rivolta a Jane Campion: alla regista di Lezioni di piano infatti era stato chiesto "Come si sente ad essere l'unica donna presente fra questi grandi registi?"

Per la quinta giornata di Festival, sulla Croisette arriva finalmente un po' d'Italia: il nostro Paese non è rappresentato da nessuno dei film in concorso, ma è presente nelle sezioni 60th Anniversary Tributes e Un Certain Regard _ con pellicole come Centochiodi di Ermanno Olmi e Mio fratello è figlio unico di Daniele Luchetti, interpretato da Riccardo Scamarcio ed Elio Germano, che sono arrivati a Cannes per presentare il film di cui sono protagonisti. A dispetto dell'enorme popolarità conseguita in Italia, nessuno avrebbe riconosciuto Scamarcio a Cannes: "Mi hanno salutato solo tre italiani, e li ho salutati calorosamente"_ ha scherzato l'attore pugliese che in questo periodo sta girando l'ultimo film di Sergio Rubini, Colpo d'occhio, nel quale recita accanto a Vittoria Puccini e Paola Barale. Dal prossimo autunno Riccardo vestirà i panni di Pericle il nero nel prossimo film di Abel Ferrara e poi sarà nel cast del prossimo film di Giovanni Veronesi e in quello che Michele Placido sta realizzando per raccontare il suo '68. Dopo la proiezione del film di Luchetti, l'attore parteciperà ad un party sulla spiaggia del Carlton assieme al cast della pellicola.

Tra le altre star che hanno illuminato il red carpet in questa quinta giornata di cinema, ci sono anche Fanny Ardant, Alain Delon, Gérard Depardieu, Gael García Bernal, Diego Luna, Vittorio e Paolo Taviani, Michelle Yeoh, Alessandra Martines, Kurt Russell e la splendida Sharon Stone.

Cannes, polemiche e cinema italiano
Privacy Policy