Borderlands: il videogioco diventerà un film prodotto dalla Lionsgate

Il famoso gioco verrà adattato per il grande schermo da Avi Arad, già produttore di Spider-Man, e suo figlio Ari.

La Lionsgate ha annunciato ufficialmente di essere al lavoro su un adattamento cinematografico del videogioco Borderlands. A produrre il progetto saranno Avi Arad (Spider-Man) e suo figlio Ari Arad.
Il gioco è ambientato in un futuro distante, in cui i pianeti più esterni della galassia sono diventati la meta ideale per chi cerca fortuna e una vita migliore. Nello spazio profondo, tuttavia, non ci sono garanzie.
Su Pandora, uno dei pianeti più distanti, sembrava ad esempio esserci una grande fonte di ricchezza ma alla fine chi si è avventurato ha trovato solo dei resti di un'antica civiltà aliena. Dopo molti anni l'orbita del pianeta cambia e si avvicina al sole, risvegliando delle creature che hanno trascorso molto tempo in ibernazione. L'unica speranza per chi vive nella colonia sembra essere all'interno di una zona sicura scoperta al lato di una montagna, al cui interno dovrebbero esserci oggetti alieni e i segreti del pianeta.

La Lionsgate è convinta che il progetto renderà possibile portare nelle sale una storia grandiosa, adatta anche al piccolo schermo. I responsabili della casa di produzione hanno assicurato che manterranno l'approccio e lo stile del videogioco della Gearbox Software, per la gioia dei fan ma anche attirando nuovi potenziali spettatori nei cinema.

Borderlands: il videogioco diventerà un film...
Rampage: Dwayne Johnson protagonista dell'adattamento del videogioco
Cinema e videogiochi: l'attrazione (e imitazione) è reciproca
Privacy Policy