The Following: commento all'episodio 2x04, Family Affair

Dopo il colpo di scena dello scorso episodio, prosegue la sfida a distanza fra il detective Ryan Hardy, il team dell'FBI e la setta di spietati serial-killer 'allevati' dalla subdola Lily Gray, intenzionata a mettersi in contatto con Joe Carroll.

Il plot
Joe Carroll (James Purefoy) e la sua giovane adepta Mandy (Tiffany Boone) penetrano in casa di una giovane donna, Jana Murphy (Leslie Bibb), con due figli; Jana è in realtà una seguace di Carroll, in grado di fornirgli un prezioso aiuto. Nel frattempo Lily Gray (Connie Nielsen), sfuggita all'FBI grazie all'intervento di Luke (Sam Underwood), giunge insieme al ragazzo ad una maestosa villa di campagna, dove viene accolta da una piccola setta di "figliastri" che la donna ha cresciuto e ai quali ha fatto da madre; fra questi si trova anche Emma Hill (Valorie Curry), ingaggiata dal gruppo per il suo legame con Carroll. Infatti, quando lo scrittore telefona alla ragazza, Emma lo convince a raggiungerli alla dimora di Lily per unirsi a loro. Nel frattempo, Ryan Hardy (Kevin Bacon) e Mike Weston (Shawn Ashmore) sono impegnati a reperire informazioni sul conto di Lily Gray; Ryan tenta di parlare con David (James McCaffrey), l'avvocato della donna, il quale però viene assassinato a sangue freddo dall'implacabile sicaria Gisele (Camille De Pazzis). Ryan e sua nipote Max (Jessica Stroup) si mettono sulle tracce della ragazza, inseguendola fino all'interno della metropolitana, dove Max riesce a salire a bordo dello stesso vagone della killer...

Cosa ci è piaciuto di questo episodio

The Following 2x04b
Dopo il mezzo passo falso di Trust Me, questa settimana The Following ci ha regalato, con Family Affair, un altro episodio superiore alle aspettative (non proprio altissime) nei confronti di una serie che, nella prima stagione, si era rivelata una sostanziale delusione. Pur rimanendo nell'ambito di un thriller schematico e fortemente virato in direzione del guilty pleasure, The Following continua a dimostrare un ritmo invidiabile e un'efficace costruzione della suspense. In primo luogo, in questa stagione sta ripagando la scelta di affiancare, al personaggio di Joe Carroll, un rinnovato culto di giovani serial-killer, capitanati questa volta dalla biondissima e diafana Lily Gray: una villainess atipica, con la sua composta eleganza ed un atteggiamento pacato e materno, probabilmente ancora in attesa di rivelare il proprio lato più schiettamente feroce. Dal punto di vista della tensione, una nota di merito va attribuita invece alle sequenze finali dell'episodio, con il serrato inseguimento di Ryan e Max sulle tracce della fille fatale Gisele, la più pericolosa e letale fra i sicari di Lily, fin dentro alla galleria della metropolitana.

Cosa non ci è piaciuto di questo episodio
Il sostanziale punto debole di The Following, prescindendo dalle consuete ma ormai assodate inverosimiglianze della trama, consiste proprio nella figura del protagonista, Ryan Hardy: sempre prevedibile nelle decisioni e nelle azioni e non abbastanza approfondito a livello psicologico (e dire che, in quanto ad esperienze traumatiche, il suo personaggio dovrebbe essere più tormentato e problematico della Carrie Mathison di Homeland).

The Following: Jessica Stroup in una scena dell'episodio Family Affair
Note a margine
La new-entry di questo episodio è rappresentata da una fedele seguace di Carroll, Jana Murphy, interpretata dall'attrice Leslie Bibb (gli affezionati di serie Tv la ricorderanno senza dubbio nel ruolo della bionda e vanesia prom-queen co-protagonista, oltre un decennio fa, di un piccolo cult giovanile quale Popular). Un personaggio che, proprio nell'epilogo, ci riserva anche un colpo di scena davvero azzeccato: negli ultimissimi minuti scopriamo infatti che Jana in realtà è nientemeno che la compagna di Gina Mendez (Valerie Cruz), il nuovo capo del team dell'FBI impegnato a dare la caccia alla setta di Carroll... sviluppi esplosivi in arrivo? Noi siamo pronti a scommettere di sì.

What's next?
La brusca interruzione di Family Affair lascia in sospeso l'inseguimento di Gisele: Max, la nipote di Ryan, a sua volta agente dell'FBI, si trova ora sul treno, da sola, con la diabolica killer che ha già dimostrato in più di un'occasione quanto possa essere temibile e spietata, uccidendo con un sadico entusiasmo... per l'inizio del prossimo episodio, Reflection, aspettiamoci dunque qualche sequenza al cardiopalma, con l'inevitabile scontro fra le due giovani donne.

The Following: commento all'episodio 2x04, Family...
Stefano Lo Verme
Redattore
4.0 4.0
Privacy Policy