Spy: Rose Byrne e le irresistibili spie di Paul Feig arrivano in DVD e Blu-ray

In attesa del ritorno di 007, approdano in home video le spie molto speciali del film di Paul Feig. Scopriamo qualche retroscena grazie a questa intervista con l'interprete di Rayna Boyanov...

Spy: Rose Byrne e le irresistibili spie di Paul...
Rose Byrne
Rose Byrne

37 anni, attrice

Mentre siamo in attesa che nelle sale arrivi 007 Spectre, l'ennesimo film su James Bond, rinfreschiamoci gli occhi con un piccolo gioiello arrivato da noi quest'estate e adesso finalmente disponibile in DVD, Blu-Ray e Digital HD: il divertente Spy, di Paul Feig, con Melissa McCarthy, Jude Law, Jason Statham e Rose Byrne. La storia è semplice ma coinvolgente: la CIA è alle prese con una testata atomica che si trova in circolazione e diretta verso gli States, ma a causa di un incidente l'unica persona a sapere la sua ubicazione è un tantino morta. Fortunatamente c'è un'altra pista, una donna di nome Rayna Boyanov (Rose Byrne) che potrebbe essere al corrente di quest'informazione. L'unico problema sta nel fatto che Rayna conosce tutte le spie migliori dell'Agenzia e bisogna trovare qualcuno che riesca a entrare nelle sue grazie che però non sia un volto noto.

Spy: Rose Byrne in una scena del film

Si fa avanti Susan Cooper (McCarthy), brillante analista della CIA, una donna con un grande talento che è in pratica il braccio destro - nascosto dietro a un monitor - di Bradley Fine (Law), superspia a cui ha salvato la vita non poche volte. Susan però non è mai stata un'agente sul campo e nonostante le sue comprovate capacità tattiche dovrà imparare strada facendo l'altra faccia del suo lavoro. La bella Rose parla di com'è stato lavorare con Melissa McCarthy, ritrovare Paul Feig e di quanto sarà felice il giorno in cui non bisognerà più dibattere sulla bravura delle donne nella commedia.

Com'è stato recitare in uno spy film?

Spy: Jude Law e Rose Byrne

Rose Byrne: Abbiamo seguito il genere. Paul Feig, lo sceneggiatore e regista, è un grande fa di questo tipo di film, anzi è un incredibile cinefilo in generale; ha detto che non l'avrebbero mai lasciato dirigere un James Bond e questa pellicola è il suo omaggio al genere spionistico. E' come una lettera d'amore a quei film classici. Ne ha creato una sua versione ed è assolutamente brillante. Ho visto uno screening della pellicola di recente e stavano ridendo tutti talmente forte che ci si perdeva le battute successive per via delle risate.

Oscar 2012: Rose Byrne sul red carpet

E' difficile accostarsi a un ruolo così ed evitare che risulti ridicolo?

Mi fido di Paul Feig, quando sei nelle sue mani c'è un grosso spirito di collaborazione. Lui sa bene quando spingerti oltre, quando tirare i freni, quanto metterti alla prova. E' quasi una forma di scienza.
Per me è impossibile da comprendere il suo talento nel vedere e comprendere l'insieme del tutto, la forma finale a cui si deve arrivare. Con il genere comedy è davvero arduo disseminare battute durante il film e allo stesso tempo mantenere l'attenzione, la credibilità e l'affetto per i personaggi.

E' un testamento a Melissa: lei riesce a creare questa fantastica forza di volontà. La gente vuole che lei abbia successo, che ce la faccia, che vinca. Non importa la sua competenza o altro, lei ha dalla sua la volontà del pubblico. E' qualcosa che non si può quantificare ed è una delle sue qualità.

Leggi anche: La recensione di Spy: : La CIA e la guerra dei sessi

Com'è lavorare con Melissa?

Melissa non potrebbe essere più adorabile. E' del midwest, molto educata, gentile e amichevole. Quando sei sul set ti viene spontaneo cercare di stare al suo passo.

Contenuto pubblicitario

Riusciremo un giorno a eliminare questo cliché che le donne non sanno fare commedia?

Ci riusciremo? Lo apprezzerei molto. E' un cliché davvero banale e noioso. Paul sta rompendo queste convenzioni. Lui adora le donne. Personalmente sarò felice il giorno in cui non ci sarà più bisogno di questo tipo di dibattito. Sono certa che agli uomini non viene detto "tu non sei divertente". E' davvero un doppio standard.

Spy: Rose Byrne e Melissa McCarthy
Spy: Jason Statham e Melissa McCarthy in una scena

Ti ha scioccato l'uso di parolacce nel film?

No, penso che quando sei sotto i quarant'anni ci sei abituato. Ma anche per questo c'è una forma d'arte perchè deve essere fatto in modo da avere effetto. Paul è molto bravo a mescolare gli ingredienti in tal senso.

Qual'è la scena migliore in Spy?

La mia scena preferita è quando Jason Statham è nascosto al buio nella stanza d'albergo di Melissa e sta elencando una serie di successi assurdi raggiunti come spia. Per me quella è la scena più divertente.

Daniel Craig e Sebastien Foucan in una scena del film Casino Royale

Qual'è il tuo spy film preferito?

Non sono molto amante del genere ma ho amato Casino Royale, è davvero fantastico. Adoro Daniel Craig, è un film che mi è piaciuto molto.

C'è qualche possibilità che Rayna possa ritornare?

Lo spero proprio, oddio, mi piacerebbe tantissimo recitare nuovamente nei suoi panni. E' sempre un piacere interpretare persone così!

Spy: La CIA e la guerra dei sessi
Dalla sitcom al cinema: la scalata di 15 star
Privacy Policy