Logan - The Wolverine: un blu-ray con gli artigli e un documentario da non perdere

Per il cupo e violento ultimo capitolo sull'eroe stanco impersonato da Hugh Jackman, la Fox ha confezionato un blu-ray non solo eccellente e grintoso sul piano audio-video, ma anche dotato di corposi extra di approfondimento.

Drammatico, cupo, viscerale e violento: nel mondo dei film Marvel Comics, Logan - The Wolverine rappresenta certamente una piacevole sorpresa per la capacità di confezionare un affresco dolente dell'eroe stanco, interpretato ormai da ben 17 anni da Hugh Jackman. Nel film diretto da James Mangold, ultimo capitolo dell'eroe degli X-Men noto come Wolverine e liberamente ispirato alla fortunata serie a fumetti, il protagonista è in un futuro prossimo e fa il taxista, cercando di proteggere in un nascondiglio al confine col Messico il Professor X (Patrick Stewart) ormai vecchio e malato.

Logan: una foto del protagonista Hugh Jackman

Ormai esausto, la sua volontà è quella di nascondersi al mondo, ma è tutto inutile quando incontra una bambina mutante che ha in pratica i suoi stessi poteri. I tre dovranno fuggire inseguiti da una malvagia organizzazione, tra cloni, battaglie e un misterioso Eden da raggiungere. Come sempre per tutti i capitoli della saga degli X-Men, anche Logan - The Wolverine era attesissimo in homevideo, soprattutto per l'alto livello di spettacolarità. Come vedremo, la 20th Century Fox Home Entertainment ha distribuito il film in varie edizioni. Noi andiamo ad analizzare quella blu-ray, e per una volta, nonostante il reparto tecnico di altissimo livello, partiamo dagli extra e da un documentario da non perdere.

Un documentario da non perdere per capire fino in fondo Logan

Logan: Hugh Jackman e Patrick Stewart in una foto del film

Quando si scorre l'elenco dei contenuti speciali e si nota che oltre al trailer, al commento audio del regista James Mangold e alle scene eliminate (8' con commento opzionale dello stesso regista), c'è un solo contributo denominato Dare vita a Logan, si potrebbe pensare a un reparto extra deludente. Niente di più sbagliato. Perché quel contributo è un lungo documentario della durata complessiva di 76 minuti, diviso in sei parti, che copre un largo ventaglio di argomenti e permette un approfondimento curato del film. La prima sezione è Ideare la storia (12') con l'approccio avuto dai realizzatori per incastonare questo film nella saga e dargli un suo stile. Si prosegue con Il casting (20' e mezzo) che ovviamente, tramite anche molte interviste, racconta della scelta degli attori per i nuovi personaggi e del naturale cambiamento di quelli vecchi.

Logan: un'immagine dal primo trailer senza censure

Progettare il mondo (18') illustra l'impressionante lavoro di progettazione necessario alla produzione per creare un futuro prossimo credibile che sia coerente con la storia. A seguire Creare la colonna sonora (4' e mezzo) riguarda il brillante lavoro di Marco Beltrami che ha tentato di fare uno stile più drammatico alle musiche. Si prosegue con Acrobazie e lotte (17'), forse la più spettacolare ee interessante delle featurette per come rivela lavoro di coordinamento, progettazione, trucchi e stunt delle scene d'azione più frenetiche. A chiudere Fotografia principale (4') sugli ultimi giorni delle riprese di Hugh Jackman. Come detto, da non dimenticare che c'è anche l'interessante commento audio a tutto il film da parte del regista James Mangold.

Un video brillante e graffiante, come gli artigli di Wolverine

Logan: Dafne Keen interpreta X-23

Il blu-ray di Logan - The Wolverine sfoggia un video superbo, nel quale a colpire sono soprattutto la porosità e il dettaglio chirurgico di certi primi piani dei protagonisti. Una definizione eccellente che poi viene mantenuta anche per tutte le ambientazioni e che non molla il passo nemmeno neelle scene più frenetiche dei combattimenti. Il quadro, nonostante la nitidezza, presenta un aspetto grintoso e ruvido che rispecchia il carattere del protagonista dotato di artigli. Il croma è forte e intenso, quasi polveroso nel sito dove viene tenuto Charles, mentre i flashback sono immersi in una delicata tonalità seppiata. Ma pur nelle variazioni cromatiche, il dettaglio resta uniforme ed elevato in qualsiasi circostanza. Oltre ai già citati incarnati, anche i vestiti, le varie ferite e le ambientazioni possiedono un alto grado di profondità e di resa del particolare. C'è qualche lievissima flessione nelle scene più scure, ma anche nelle ombre il dettaglio resta soddisfacente, al limite c'è da fare i conti solo con una leggera rumorosità. Anche i momenti in cui la mente di Charles si scatena, nonostante la fisiologica morbidezza del quadro di quegli istanti, sono resi in maniera efficace.

Logan: Hugh Jackman con la giovane co-protagonista in una scena del primo trailer

Audio italiano ottimo, ma l'inglese è devastante. E nella mente di Charles...

Locandina di Logan
Totale 8.5
Video 9
Audio italiano 8
Audio inglese 9.5
Extra 8

Da tanti anni gli artigli di Wolverine sono una garanzia di un impatto sonoro di un certo livello. Figuriamoci qui, dove la violenza è ancora più spinta e la rabbia disperata del protagonista fa davvero sfracelli. Come accade spesso, però, c'è sempre da separare il giudizio dell'audio italiano, ottimo e coinvolgente, da quello originale, superbo e straripante. La traccia italiana in DTS 5.1 è già eccezionale, sia per la cura degli effetti più leggeri nei momenti tranquilli, sia per la potenza e e la ricchezza delle scene più feroci. Anche il sub è in forma smagliante, soprattutto nei momenti in cui la mente di Charles si mette in moto, creando un pandemonio a tutto il mondo circostante. E anche dialoghi e colonna sonora funzionano alla perfezione.
Eppure... eppure si può fare ancora molto meglio. E lo dimostra la traccia lossless in DTS HD 7.1 inglese, davvero devastante per energia, potenza e aggressività nei momenti più scatenati e nei corpo a corpo, ma anche più efficace nel microdettaglio grazie ai due canali aggiuntivi e a diffusori che permettono una dislocazione perfetta di tutti gli effetti. Inoltre la dinamica è maggiore e la potenza del sub esplosiva, come dimostrano le sparatorie e ancora le scene delle crisi di Charles. La sensazione di spazialità in queste occasioni è davvero incantevole e suggestiva.

E tra le varie edizioni c'è anche il "Logan Noir" in bianco e nero

Incredibile la varietà di proposte della 20th Century Fox Home Entertainment per Logan - The Wolverine. Oltre alla versione di base in DVD e al blu-ray che abbiamo appena analizzato nei dettagli, c'è infatti la stessa edizione blu-ray ma in una speciale confezione steelbook e, per chi vuole ancora più definizione, la versione in 4k Ultra HD. ma non è tutto: la vera chicca è che è disponibile anche una speciale edizione denominata Noir Edition, che contiene due blu-ray, uno dei quali presenta il film in una suggestiva versione in bianco e nero. Insomma, c'è di che sbizzarirsi.

Le cover homevideo di Logan - The Wolverine
Logan - The Wolverine: un blu-ray con gli artigli...
Logan: un cinecomic rivoluzionario? Non esattamente
Eroi stanchi al capolinea: se Logan fosse l’incarnazione del cinecomic
Privacy Policy