Biografia

Cenni biografici di Nicola Carraro


Nato a Milano nel 1942, Nicola Carraro ha cominciato la sua attività alla Rizzoli Editore S.p.A. nel 1962. E' diventato Direttore Editoriale Periodici dal '70 al '72 e Amministratore Delegato Periodici dal '72 al '74.
Dopo le vicissitudini del Corriere della Sera, ha lasciato la Società alla fine del 1974. Nel 1975 ha acquistato la casa editrice Sperling & Kupfer e ne è diventato Presidente.

Nel 1977 si è trasferito a Roma dove ha acquistato una considerevole partecipazione della Vides S.p.A. con la quale ha prodotto film come Mogliamante di Marco Vicario, Amori Miei di Steno, Ogro, Cristo si è fermato a Eboli di Francesco Rosi, Cafè Express di Nanni Loy, Ratataplan, Il cappotto di astrakan, Tesoro mio, Ho fatto splash, Bionda fragola, Ad ovest di Paperino e altri ancora.

Nel 1980 ha ricevuto il Premio "De Curtis" e nello stesso anno il Premio "Nastro d'Argento" per l'intero suo lavoro di produzione (assieme a Franco Cristaldi).
Nel 1988 ha prodotto con Fernando Ghia Endless game, una miniserie di quattro ore per Channel 4 e Rete Italia, diretta da Bryan Forbes, interpreti George Segal, Albert Finney, Monica Guerritore, Nanette Newman, Christine Scott-Thomas.

Nel 1990 è ritornato nella casa editrice Sperling & Kupfer che ha venduto nel 1993 per trasferirsi a Providenciales (Turks & Caicos Islands). Dopo essere tornato a vivere in Italia, il 28 giugno 2006 ha sposato l'attrice e conduttrice Mara Venier.