Adalberto Baldoni

Sceneggiatore
Biografia

Cenni biografici di Adalberto Baldoni


Adalberto Baldoni (Roma, novembre 1932) giornalista professionista, scrittore, autore di documentari, consulente storico. Dopo la sua esperienza al rotocalco milanese Meridiano, dove si è specializzato nelle inchieste di attualità e di costume (1960-1963), è stato più di trent'anni al quotidiano Secolo d'Italia (dal 1972 al 2002, di cui è stato prima capo del servizio interni, poi redattore capo ed infine resocontista parlamentare). Ha diretto anche l'emittente Radio Studio Uno dal 1992 al 1997. Dopo avere conseguito la maturità scientifica al liceo romano Augusto Righi, ha frequentato la facoltà di scienze politiche alla Sapienza di Roma ma in seguito si è laureato in Pedagogia, indirizzo psicologico.
Tra i suoi saggi: Noi rivoluzionari (1986); La notte più lunga della Repubblica (1989); Fascisti 1943-1945. Storia della guerra civile (1993); Il crollo dei miti (1996); La Destra in Italia,1945-1969. (2000); A che punto è la notte? (2002, coautore Sandro Provvisionato); Due volte Genova (2004); Sessantotto. L'utopia della realtà (2006); Anni di Piombo (2009 con Sandro Provvisionato); La storia della destra. Dal postfascismo al Pdl (2009); Una lunga incomprensione. Pasolini fra Destra e Sinistra (2010, scritto assieme a Gianni Borgna).

E' stato presidente della commissione per l'assetto del sistema radiotelevisivo (2001-2006) e presidente della commissione di controllo sulle televendite (2001-2008). Componente della commissione di vigilanza sui minori tv (2001- 2007).
Ha iniziato la sua attività politica nel 1954, iscrivendosi all'Associazione studentesca di azione nazionale Giovane Italia, di cui è divenuto presidente provinciale di Roma nel 1957 (fino al 1961) e quindi segretario nazionale nel 1965. Vice segretario nazionale del Raggruppamento giovanile studenti e lavoratori del MSI (1963-64). Presidente del Fuan - Caravella (1969-1971). Ha diretto numerosi periodici della destra giovanile: Azione, Giovane Italia, La Clava, La Sfida, Rivolta Ideale.

Componente del Comitato centrale del Msi (1965-1995). Dirigente nazionale del settore Immagine e Propaganda del Msi-Dn nel biennio 1989 -1991. Dopo la svolta di Fiuggi nel 1995, dirigente nazionale di Alleanza nazionale. Capogruppo di An in Campidoglio (1995-1997). Eletto cinque volte al consiglio comunale di Roma. Ha fatto parte di quasi tutte le Commissioni consiliari: Cultura, Ambiente, Urbanistica, Lavori pubblici, Sanità. Vice presidente del consiglio comunale (1993-1995;1997-2001). Nel 2001 ha deciso di non ricandidarsi per concorrere alle elezioni per la Camera dei deputati, nel Collegio Roma-Ciampino, unica sua esperienza nelle politiche. Fa parte dal 2009 del consiglio di amministrazione della Fondazione Nicolò Piccolomini e collabora al mensile il Borghese.