X-Factor 4, quinta puntata: eliminata Manuela, entra Damiano

Un'altra ospite internazionale, Taylor Swift, anima il palco di X-Factor 4 nella sua quinta puntata, chiusa con l'eliminazione di Manuela e l'ingresso di un secondo nuovo concorrente: Damiano.

Le prime puntate hanno dimostrato che quella di X-Factor 4 è l'edizione di Elio e Mara Maionchi, che erano rimasti in gara rispettivamente con quattro e tre concorrenti a testa. Ma i primi segni di cedimento del giudice degli Over 25 iniziano a farsi sentire ed entrambi i concorrenti allo scontro finale della quinta puntata appartenevano alla sua squadra: Cassandra e Manuela. Anche questa settimana il verdetto di eliminazione è stato raggiunto con il solo voto dei quattro giudici, senza l'intervento del pubblico da casa. All'eliminazione di Manuela si contrappone l'ingresso in gara di Damiano, che ha vinto il televoto tra i quattro candidati selezionati e proposti dai quattro giudici per le proprie rispettive categorie.

L'intenso sguardo di Taylor Swift
Ma X-Factor continua ad alternare anche ospiti italiani ad altri internazionali ed è a quest'ultima categoria che appartiene Taylor Swift, la giovane popstar arrivata questa sera sul palco del talent show di RaiDue con la sua Mine, mandata in onda in differita perchè prevista per il finale della scorsa puntata, ma rimandata ad oggi per mancanza di tempo a causa della conclusione anticipata che il programma subisce in occasione della trasmissione sportiva che la rete deve mandare in onda alle 23:30 nei martedì di coppe europee di calcio.
E spazio questa sera anche per i Talenti incompresi, immancabili in ogni edizione del programma.

Gara nuovamente divisa in due manche, contrariamente a quanto successo la scorsa settimana, arricchita dalle fantasiose messe in scena di Luca Tommassini ed impreziosite da disegni realizzati dai ragazzi con il supporto di un artista.
Con Come ti vorrei di Iva Zanicchi, l'intenzione di Elio è stata di mostrare che la sua Cassandra Raffaele può essere anche una buona interprete e non solo il personaggio buffo e simpatico che fin qui è apparso. Ancora una volta alle prese con Freddie Mercury ed i Queen Ruggero Pasquarelli, al quale Mara Maionchi ha assegnato Crazy Little Thing Called Love, canzone più nelle sue corde rispetto al pezzo di Jovanotti della settimana scorsa, che proprio in questa giornata nel 1979 fu pubblicata come primo singolo dell'album The Game.
Brano diverso da quanto visto finora per i Kymera, l'ultimo gruppo rimasto in gara per la squadra di Enrico Ruggeri, sul palco addobbati da piume nere sul collo. Maria di Blondie ha atmosfere più decise rispetto a quelle eteree con cui li abbiamo visti fin qui, ma ha rappresentato una piacevole sorpresa.
Solita grinta e presenza scenica per Nathalie Giannitrapani in Cornflake Girl di Tori Amos, una delle sue interpreti preferite, scelta come premio dopo due settimane di assegnazioni che l'hanno messa alla prova.
Chiusura della prima manche affidata a Stefano Filipponi con Dillo alla luna di Vasco Rossi, eseguita nella versione di Mia Martini e scelta direttamente dal ragazzo, preferendola alla scelta iniziale della Maionchi che era caduta su Veramente di Mario Venuti.

Anche la seconda manche è stata aperta da un elemento della scuderia di Elio, ovvero da Manuela Zanier alla quale è stato assegnato No More I Love You's di Annie Lennox, artista in linea con lo stile che la concorrente ha dimostrato fin qui. Con Dorina Leka, invece, Anna Tatangelo ha deciso di osare e cercare di tirar fuori di nuovo il lato emotivo ed interpretativo, affidandole Donne di Mia Martini, canzone dal tema profondo e drammatico che la ragazza ha saputo rendere con intensità.
Nevruz Joku è arrivato alla sua esibizione dopo una settimana vissuta tra polemiche per il brano ricevuto ed uno scontro con Tommassini per incomprensioni sulla sua coreografia. Per lui, Charlie fa surf dei Baustelle, con tanto movimento sul palco ed energia che confermano come sia valido come personaggio televisivo.
Ultima esibizione della seconda manche per il giovanissimo Davide Mogavero, capace di rendere personale, nonostante le perplessità iniziali e qualche incertezza nell'esecuzione, anche Amore di plastica di Carmen Consoli, come fatto già nelle settimane precedenti con gli altri brani che gli sono stati assegnati.

In chiusura e prima dei saluti finali, la mini-gara tra i quattro aspiranti nuovi concorrenti di X-Factor. La venticinquenne romana Lavinia, selezionata da Elio, si è esibita con Sempre; i Carpe Diem sono stati il gruppo scelto da Ruggeri, alle prese con With You; Damiano Sardi si è esibito come rappresentate dei giovani; infine Alice con At Last è stata la proposta di Lady Tata.
Tra questi il pubblico da casa ha deciso, tramite televoto, che sarà Damiano ad entrare in gara e cercare di strappare agli altri concorrenti il contratto discografico da 300.000 euro in premio in questa edizione.

X-Factor 4, quinta puntata: eliminata Manuela,...
Privacy Policy