Twilight: il cast di New Moon al Comic-Con

Tra gli eventi più attesi della grande kermesse di San Diego c'era anche la presentazione del secondo capitolo di Twilight. Ecco com'è andato l'incontro con Robert Pattinson, Kristen Stewart, Taylor Lautner e il regista Chris Weitz.

Come ogni anno il Comic-Con di San Diego è un susseguirsi di eventi particolarmente attesi, che riuniscono gli appassionati di fumetti, cinema e serial televisivi attorno ai loro beniamini che danno loro appuntamento per svelare le anticipazioni più succose dei loro prossimi progetti, o semplicemente per promuovere il loro lavoro stando a contatto col pubblico.
Uno dei panel più attesi, tra quelli che si sono svolti finora, è stato sicuramente quello di Twilight Saga: New Moon, secondo capitolo della fortunatissima saga di Twilight, per il quale i fan si sono letteralmente accampati fuori dall'ingresso anche diciotto ore prima per assicurarsi un posto in prima fila durante l'intervento dei tre protagonisti, Taylor Lautner, Robert Pattinson e Kristen Stewart e del regista Chris Weitz, che ha rallegrato l'atmosfera con qualche simpatica battuta.

Comic-Con di San Diego 2009 - un sorridente Taylor Lautner presenta Twilight Saga: New Moon
Il più emozionato è stato sicuramente Taylor Lautner, che in New Moon torna a indossare i panni di Jacob, ma con un aspetto molto diverso rispetto a quello che aveva nel primo capitolo, sul quale il giovane attore ha lavorato intensamente grazie alla collaborazione di un personal trainer, e con l'aiuto di una dieta mirata. Lautner si è detto entusiasta di essere di nuovo al Comic-Con, e di notare che l'affetto dei fan non è assolutamente scemato nel giro di un anno, ma soprattutto è felice di avere un ruolo più centrale, rispetto al capitolo precedente. Poco dopo il successo di Twilight infatti, sembrava che la partecipazione di Lautner fosse incerta, proprio perchè la produzione era intenzionata a scritturare un attore fisicamente più possente, ma alla fine il giovane interprete ce l'ha fatta e dalle prime immagini di New Moon, sembra proprio che abbia svolto un lavoro scrupoloso per quanto riguarda la preparazione fisica.

Taylor Lautner mostra un fisico possente sul set di New Moon, il sequel di Twilight
A proposito di immagini, il panel di New Moon è stato l'occasione per mostrare due clip del film cariche di azione e sensualità: una che vede protagonisti proprio Jacob e Bella, e l'altra che invece è una delle scene ambientate a Volterra (ma girate a Montepulciano alcune settimane fa) nella quale dopo una folle corsa in Porsche, Bella incontra Edward.
Sommersi dai flash delle fotocamere digitali, i tre protagonisti hanno poi accettato di rispondere a qualche domanda sul film, ma anche sul modo in cui il successo della saga di Twilight ha cambiato le loro vite.
La Stewart si è limitata a rispondere che ha cambiato solo taglio di capelli in questi mesi, e anche Patterson ha affermato di non essere cambiato molto, o almeno, non sente di esserlo. Per quanto riguarda Lautner invece, l'attore ha affermato che la sua vita è molto più impegnativa adesso, ma se si esclude la popolarità - "che non è certo la cosa peggiore del mondo" - alla fine è rimasta sempre la stessa. Tuttavia ha ammesso di sentire una certa pressione per il ruolo che gli è stato affidato, perchè teme di deludere le aspettative dei fan.
Ai tre attori è stato chiesto inoltre a quali domande si siano ormai stancati di rispondere, e mentre la Stewart si è detta disponibile a rispondere a qualsiasi domanda (tanto c'è il veto su quelle personali) Pattinson ha scherzato dicendo che non vuole più sentirsi chiedere "Com'è baciare Taylor Lautner?".
Dal canto suo Lautner più che di una domanda in particolare, si è stancato di una richiesta piuttosto bizzarra: "Mi sono stancato di ruggire. I fan mi chiedono spesso di farlo per loro, e non è una cosa che mi fa impazzire".

Comic-Con di San Diego 2009 - Robert Pattinson presenta Twilight Saga: New Moon
Si è parlato anche di una delle differenze principali tra il libro e l'adattamento cinematografico, ovvero il fatto che il personaggio di Edward sia "fisicamente" più presente, rispetto a quanto lo sia nel romanzo di Stephenie Meyer. Nonostante sia facile immaginare che la presenza di Pattinson sia una delle ragioni del successo di Twilight al cinema, l'attore inglese ha spiegato che probabilmente sarebbe stato un po' noioso sentire solo la sua voce per tutto il film, e quindi la decisione di mostrare il personaggio di Edward in una serie di visioni, è particolarmente appropriata.

Un giro di domande è stato rivolto ovviamente anche al regista Chris Weitz, che ha parlato del fenomeno di Twilight, e scherzando ha detto che gli piacerebbe fare un video di risposta a quello che circola da tempo su YouTube, in cui si vedono le reazioni emotive dei fan al trailer di New Moon, ma con le sue espressioni quando vede le loro. Weitz ha anche ironizzato sul bastone che portava sempre con sé sul set del film "pensavo che mi avrebbe dato un'aria più autoritaria, invece mi sbagliavo di grosso".
Per quanto riguarda il suo rapporto con gli attori invece, i protagonisti hanno ammesso con una certa cautela che il modo di dirigere di Weitz è molto diverso da quello di Catherine Hardwicke, ma viene da aggiungere anche che le circostanze in cui il regista si è trovato a lavorare sono molto diverse da quelle in cui si è trovata a operare la sua collega, visto che nel frattempo è esplosa la Twilight mania, con tutte le conseguenze del caso.
"Con Catherine tutto era molto più impulsivo e naturale" - ha spiegato la Stewart - "Non dovevamo pensare a molte cose, le facevamo e basta. Con Weitz il tutto è stato molto più cerebrale". Le ha fatto eco Ashley Greene, sostenendo "che stavolta c'era molto più nervosismo sul set", e con una risata ha aggiunto che "Ovviamente Weitz lo detestiamo tutti!"
A breve il cast si ritroverà sul set di The Twilight Saga: Eclipse, che uscirà nelle sale la prossima estate. Fortunatamente i fan dovranno aspettare meno per New Moon, che com'è risaputo farà il suo debutto al cinema il 20 novembre.

Twilight: il cast di New Moon al Comic-Con
Privacy Policy