Tricolore in Disney-Pixar: Enrico Casarosa a Milano per UP

L'artista genovese, ormai star affermata in Disney-Pixar, appositamente a Milano per spiegare com'è nato il "cattivo" di UP in occasione dell'uscita in Blu-ray DVD del film.

Milano, 19 gennaio 2010:. Il viaggio di Carl e Russell, protagonisti di Up, l'ultimo gioiello dell'animazione Disney-Pixar, ha fatto tappa a Milano, per il lancio tutto italiano del film in arrivo il prossimo 27 gennaio in DVD e Blu-ray e per la prima volta in Disney Digital Copy. Direttamente da San Francisco è volato a Milano Enrico Casarosa, l'artista genovese, dietro la storia dell'ultimo gioiello dell'animazione Disney-Pixar, premiato con doppio Golden Globe per 'miglior film d'animazione' e 'miglior colonna sonora' (andato all'italo-americano Michael Giacchino). La star tricolore ormai affermata in Disney-Pixar, è atterrato appositamente a Milano per spiegare com'è nato il "cattivo" di Up e presentare il corto inedito La missione di Dug che accompagna l'uscita home entertainment del film. Ospite speciale della kermesse Arturo Valli, il piccolo doppiatore del boy scout Russell, compagno di viaggio e di avventure di Carl il protagonista del film. A far gli onori di casa Steve Foulser, Direttore Generale della Disney per il settore Home Entertainment.

Una divertente immagine di Up (2009) con i protagonisti: l'adorabile vecchietto Carl Fredricksen e il piccolo Russell, un boyscout di otto anni.
Up decimo film firmato Disney-Pixar, il primo realizzato in Disney Digital 3D, secondo solo a Alla ricerca di Nemo, con 683 milioni di dollari nella classifica Box Office Pixar mondiale, sarà disponibile dal prossimo 27 gennaio oltre che DVD singolo e Blu-ray Disc a due dischi anche in Disney Digital Copy, (presente esclusivamente nelle confezioni contenenti il formato Blu-ray + DVD), primo passo della major verso la digitalizzazione dei contenuti: un disco extra permette di scaricare il film, in lingua italiana ed inglese, sul proprio computer attraverso un codice di attivazione unico.

Stephen Foulser, Direttore Generale della Disney per l'Home Entertainment, ha illustrato l'andamento del settore facendo particolare accenno ai maggiori successi natalizi preferiti dal pubblico italiano. Questo il suo intervento, in merito all'affermazione dell'alta definizione:<< Il Natale 2009 ha premiato il Blu-ray. Lo testimoniano i dati GFK secondo i quali l'hardware si è imposto come il comparto in maggior crescita nel settore high tech e il consumo di dischi blu-ray è cresciuto del 225% rispetto all'anno precedente. Durante il 2009 Disney consolida la sua leadership nell'home entertainment con una quota a valore del 20% e una quota a volume del 17% sul totalemercato Italia, mettendo a segno ben 5 posizioni nella classifica dei top 10 2009>>.

Dug\'S Special Mission
La parola è poi passata ad Enrico Casarosa, il talento made in Italy che ha fortemente contribuito al successo del film. Casarosa, ha raccontato quanto della sua italianità è entrato nella storia di Carl e Russell, scorbutico il primo, ottimista e amante della natura il secondo. Aneddoti, curiosità, particolari inediti e divertenti legati alla realizzazione del film sono stati al centro del talk show, animato da Roberto Santillo, Direttore dell'Accademia Disney. Enrico ha poi illustrato il corto inedito La missione di Dug, che racconta come l'enorme voglia del cane Dug di far parte del branco lo porti ed esser disposto ad assolvere a qualsiasi missione pur di legare con i quadrupedi suoi simili, i quali però gli affidano compiti talmente assurdi che immancabilmente finiscono per trasformarsi in disavventure per Dug.

Successivamente Matteo G. Brega, responsabile dell'Ossevatorio Unesco, ha tracciato una fotografia dei 'Nonni new generation nella famiglia post moderna' mettendo a fuoco alcuni punti interessanti sul rapporto tra nonni/anziani e nipoti/bambini in una società in rapida evoluzione: << Up ci dice che i sogni di un anziano sono i sogni di un bambino di tanti anni fa...E in effetti questo elemento della storia riflette oggi una vicinanza emozionale tra nonni e bambini che è tipica della società attuale rispetto al passato. Se ci pensiamo, infatti, la generazione precendente di nonni aveva vissuto la guerra mentre i loro figli (i nostri genitori) appartenevano all'era dei Beatles e dei Rolling Stones. Non a caso tale abisso generazionale ebbe come logica conseguenza il periodo della contestazione giovanile del '68. Oggi il rapporto dei nonni "new generation" è totalmente diverso. I nonni hanno voglia di continuare a sognare e i nipoti rispondono immediatamente a questa straordinaria esigenza. E' un momento di grande vicinanza affettiva, di passaggio di valori, di trasmissione educativa fatta più di sogni che di dogmi. Anche il messaggio finale del film - quello della natura che va preservata - rispecchia un valore così vicino ai temi più importanti della società post-moderna>>.

Gli adorabili protagonisti del film Up
Infine spazio a Emilio Longhi il Presidente dell'associazione di promozione sociale Auser Milano, che legando la sua professione ai temi del film si è soffermato sul ruolo della terza età nella società dichiarando: << Fantasia e volontà di fare animano i nonni di oggi che si prestano a svolgere numerose attività dai vigili davanti alle scuole o sugli scuolabus, alla piccola manutenzione e sorveglianza di aree verdi e spesso sono un valido aiuto alla vigilanza di musei, biblioteche e/o in occasione di mostre. E poiché non si finisce mai di imparare, scoprire cose nuove e apprendere le Università dell'Auser sono molto attive e rispondono ad un ampio ventaglio di interessi: dall'informatica alle lingue, dalla psicologia alla storia, senza trascurare attività pratiche come cucina, pittura, danza e recitazione>.

Tricolore in Disney-Pixar: Enrico Casarosa a...

Fonte: Comunicato stampa

Privacy Policy