The Walking Dead

2010 - ....

The Walking Dead: Robert Kirkman su Isolation

Il produttore esecutivo ha firmato la sceneggiatura dell'episodio e commenta i nuovi sviluppi con The Hollywood Reporter.

Attenzione! Consigliamo ai gentili lettori che non vogliono conoscere dettagli inediti sulla quarta stagione di The Walking Dead, di non proseguire nella lettura di questa news. Una scioccante rivelazione quella a cui abbiamo assistito nell'ultimo episodio andato in onda di The Walking Dead, Isolation: Carol è la responsabile della morte di David e Karen, un fatto che abbiamo scoperto dopo che Rick ha deciso di indagare sull'accaduto. In realtà, ad essere onesti, Carol era una dei sospettati principali nella mente di chi scrive, perchè possiede la giusta dose di determinazione, istinto di protezione compulsivo e quel pizzico di PTSD da creare le basi per una logica distorta, ma lucida, che può portare una persona ad agire in questo modo. Intanto il contagio influenzale continua ad allargarsi e come misura cautelare i più giovani e gli anziani - Hershel - vengono allontanati da chi è palesemente infetto, ma il vegliardo non si dà per vinto e dopo aver spedito Michonne, Daryl, Tyreese e Bob in missione per cercare antibiotici, lascia i confini della prigione insieme a Carl per raccogliere delle bacche medicamentose per aiutare a combattere i sintomi della malattia. I quattro incaricati di trovare farmaci più convenzionali si ritrovano in una pessima situazione dopo essere incappati in un enorme branco di walkers ma dopo averla scampata per il rotto della cuffia si ritrovano senza auto a cinquanta miglia dal campo base.

Isolation - 1
Robert Kirkman ha commentato l'episodio, da lui firmato, con The Hollywood Reporter e ovviamente la colpevolezza di Carol è stato il primo argomento di discussione "ci saranno delle enormi conseguenze dovute alle azioni di Carol. Penso che Rick non si aspettasse una cosa del genere, considerato che ci sono molti nuovi arrivati nel gruppo. Ma questo è qualcosa che è arrivato da una persona che è stata con loro fin dall'inizio e il risultato di questa situazione sarà del tutto inaspettato per loro. Le cose prenderanno una piega molto interessante. Carol ha subito dei traumi importanti, ma ha deciso di prendere il suo dolore e trasformarlo in qualcosa di produttivo, pragmatico. L'addestramento che ha messo a punto per i bambini è il risultato del suo istinto di protezione, sta facendo di tutto perchè quello che è capitato a Sophia non capiti a nessun'altro. E' per questo che ha preso questa decisione terribile - è qualcosa che ha valutato con attenzione e a lungo ma alla fine ha sentito che era un male necessario - anche se è assolutamente consapevole e preparata ad affrontarne le conseguenze. Ci mostra l'evoluzione del suo carattere e quanto sia cambiata rispetto alla persona che era all'inizio". Ovviamente Rick non potrà mantenere il segreto a lungo, non avrebbe senso per lo sviluppo della trama e non possiamo fare a meno di pensare alla reazione di Tyreese quando scoprirà la verità, specialmente considerato che sta facendo affidamento su Carol per prendersi cura di Sasha "sì, Tyreese non la prenderà bene! Si trova già in una situazione emotivamente instabile, come abbiamo visto dall'incidente con Rick all'inizio dell'episodio. Scoprire chi è il colpevole potrebbe essere la miccia per farlo esplodere. Non vorrei trovarmi nei panni di Carol quando succederà".

Isolation 2
Che ne sarà dei quattro moschettieri rimasti appiedati nel bel mezzo della loro importante missione di approvvigionamento? "Non c'è granchè da scegliere, devono andare avanti, anche perchè alle loro spalle hanno un fiume di walkers, un incentivo in più per portare a termine il loro incarico in ogni modo possibile. Sarà un quarto episodio divertente da questo punto di vista". Certo, non c'è niente di più divertente che cercare antibiotici in uno scenario apocalittico brulicante di zombie. In ultimo l'autore ha concluso parlando di un probabile cambio di location e del misterioso Bob "non sappiamo molto di lui e per il momento il gruppo deve fidarsi. Ci piace questo tipo di incognita, questa perenne domanda 'di chi ci possiamo fidare?'. Abbiamo appena provato che non possiamo fidarci neanche di Carol che è stata con noi dal principio di questo show. Forse si possono fidare di Bob, forse no, ma è esattamente il tipo di pericolo che bisogna affrontare in questo mondo. Continueremo a trovare nuove sfide per questi personaggi, nuovi modi per complicargli la vita. Anche in questa stagione ci saranno cose che non sono state menzionate in precedenza, saranno inaspettate. Ci sarà sempre una nuova minaccia all'orizzonte, ma alla fine le persone intorno a te saranno sempre il pericolo più grande, per un motivo o altro. Per quanto riguarda Bob dobbiamo aspettare e vedere mentre per un futuro cambio di location, chi ha letto il comic sa già che non rimarranno alla prigione per sempre. Sarebbe strano se decidessimo di non cambiare aria. Adesso si renderanno conto che rimanere chiusi in questo ambiente non è così sicuro come pensavano e Hershel suggerirà che forse non sarebbe una cattiva idea e mettersi in cammino per trovare un posto nuovo dove vivere, un posto dove non devono necessariamente rimanere a stretto contatto. Ma al momento non sono in grado di affrontare un viaggio". E Glenn? Povero Glenn, in isolamento insieme agli altri ammalati, c'è pericolo per lui? "Tutti sono in pericolo! In ogni momento!". Adesso si che siamo tranquilli.

The Walking Dead: Robert Kirkman su Isolation
Privacy Policy