Taylor Kitsch sarà il capo di una setta nella miniserie Waco

La miniseria racconterà i 51 giorni d'assedio che culminarono con la morte del predicatore David Koresh e di 53 adulti e 21 bambini appartenenti alla sua setta.

Patrizio Marino

Taylor Kitsch, che il pubblico televisivo ricorda soprattutto per la sua partecipazione alla seconda stagione di True Detective e per la serie Friday Night Lights, è stato scelto come protagonista della miniserie Waco.

La miniserie, prodotta dallaWeinstein Television, sarà incentrata sulla figura del predicatore David Koresh e racconterà i 51 giorni d'assedio dell'FBI e l'ATF al ranch in cui si erano rifugiati Koresh e i seguaci. Il predicatore, dopo essersi staccato dalla Chiesa cristiana avventista del settimo giorno, aveva fondato la controversa setta religiosa dei davidiani, della quale si era dichiarato il messia.

Waco è basata sull'autobiografia A Place Talled Waco, scritta dall'ex davidiano David Thibodeaue, e sull'autobiografia Sinful Messiah scritta da Gary Noesener, negoziatore dell'FBI durante l'assedio.

Michael Shannon interpreterà Noesener, i fratelli John Erick Dowdle e Drew Dowdle si occuperanno della sceneggiatura, John sarà anche alla regia.

Ricordiamo che i 51 giorni d'assedio terminarono con un incendio scoppiato all'interno del ranch per cause a tutt'oggi sconosciute, che costò la morte allo stesso Koresh e a 53 adulti e 21 bambini seguaci del suo culto.

La Weinstein Television, che cercherà di vendere la serie al miglior offerente, ha fatto sapere tramite un suo portavoce che Waco "analizzerà in maniera obiettiva quanto è successo in quei giorni nei quali, l'applicazione della legge, i diritti individuali e l'interesse dei media si sono scontrate in un modo che riflette quelle che sono le preoccupazioni contemporanee".

Taylor Kitsch sarà il capo di una setta nella...
True Detective: David Cronenberg spiega perché ha rifiutato la regia
Incredibile ma vero: 10 film basati su eventi reali ai limiti dell’inverosimile
Privacy Policy