Star Wars: Episode VII - L'ipotesi David Fincher

Tra i vari nomi di possibili partecipanti al progetto, insieme a Matthew Vaughn e Jon Favreau, spunterebbe anche quello del regista di Fight Club, ma l'ipotesi è piuttosto remota.

Sarà Matthew Vaughn a dirigere il famigerato Star Wars: Episode VII? Qualche giorno fa la notizia era data quasi per certa, ma da Disney e Lucasfilm niente trapela. Nel frattempo proseguono le fanta-ipotesi sull'identità del cineasta che si metterà al servizio della saga fantascientifica più amata di tutti i tempi. Insieme a Vaughn, il regista che si è mostrato più interessato e disponibile a tuffarsi in una simile avventura è Jon Favreau il quale ha speso parole positive nei confronti di George Lucas con il quale ha collaborato in passato (qui potete trovare le sue dichiarazioni). Alcuni media si sono lanciati in un'ipotesi piuttosto azzardata aggiungendo nel mucchio un altro autore: David Fincher. Secondo le fonti il regista potrebbe essere preso in considerazione per dirigere uno dei nuovi episodi della trilogia in virtù della stretta relazione con Kathleen Kennedy della LucasFilm che, nel 2007, ha prodotto il suo Il curioso caso di Benjamin Button. Un po' poco per assegnargli d'ufficio un ingaggio decisamente improbabile.

Un'altra domanda che si pongono tutti i fan di Star Wars riguarda la presenza di George Lucas nello sviluppo della nuova trilogia. Sappiamo che il cineasta ha firmato un primo trattamento, poi sviluppato da altri sceneggiatori, e che si è ritagliato un ruolo da consulente. E' lui stesso, nel corso di un'intervista, a spiegare cosa significhi esattamente 'consulente' nel suo caso: "Se i registi mi chiederanno 'Chi è questo tizio? io sarò lì a spiegarglielo. Sul set saranno dotati di mille enciclopedie, ma io conosco la storia meglio di chiunque altro così posso aiutarli. Alla fine non è che sarò molto indaffarato". Ma quali saranno questi registi con cui George collaborerà? Questo, per adesso, rimane un grande mistero.

Star Wars: Episode VII - L'ipotesi David Fincher
Privacy Policy