Sciopero degli sceneggiatori USA: il 96% della WGA vota a favore

Il 96% dei membri votanti della Writers Guild of America ha dichiarato che, se entro il 1 maggio non ci saranno gli accordi previsti, il 2 maggio inizierà un pericoloso sciopero degli sceneggiatori

Più del 96% dei votanti della Writers Guild of America si è proclamato a favore dello sciopero contro le case di produzione. La WGA ha rilasciato i risultati lunedì prima di riprendere le negoziazioni con l'Alliance of Motion Picture and Television Producers. Uno stop della scrittura inizierà il 2 maggio, quando scadrà l'ultimo super contratto iniziato tre anni fa. La AMPTP ha rilasciato una dichiarazione:

"Le compagnie si stanno impegnando a raggiungere un accordo al tavolo delle trattative che continui a far funzionare l'industria cinematografica. Lo sciopero degli sceneggiatori del 2007 ha fatto molti danni, gli scrittori hanno perso 287 milioni di dollari, mai recuperati, sono stati annullati contratti. Il nostro obiettivo è quello di raggiungere un accordo con la WGA."

Il 67.5% dei membri della Writers Guild of America ha votato e il risultato è stato ancora più schiacciante del 2007, quando la percentuale di Sì si fermò al 90%. Durante le votazioni le trattative sono state sospese. Gli sceneggiatori vogliono ottenere gli aumenti delle retribuzioni minime e delle retribuzioni per script per compensare i cambiamenti dovuti alla natura delle nuove produzioni tv. Si sta discutendo anche l'equiparazione di pagamento per chi lavora per la tv via cavo e chi per la tv in chiaro. L'ultimo sciopero è durato 100 giorni, dal 5 novembre 2007 al 12 febbraio 2008.

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Sciopero degli sceneggiatori USA: il 96% della...
Kevin Feige: "Lo sciopero degli sceneggiatori non colpirà il Marvel Cinematic Universe"
Sceneggiatori USA minacciano sciopero: film e serie TV a rischio?
Privacy Policy