Oscar 2017: l'Academy si scusa per gli errori compiuti durante la cerimonia

Cheryl Boone Isaacs ha rivelato che si sta rivalutando la collaborazione con la PwC, mentre online è stato corretto l'errore compiuto durante il tributo In Memoriam.

Cheryl Boone Isaacs, presidente dell'Academy, ha annunciato che i due membri della PricewaterhouseCoopers coinvolti nell'ormai storico scambio di buste che hanno portato all'annuncio del vincitore sbagliato nella categoria Miglior Film non saranno più invitati all'evento.
Brian Cullinan e Martha Ruiz erano infatti i responsabili del mantenere al sicuro le buste contenenti i nomi dei vincitori. L'uomo, tuttavia, ha consegnato per errore a Warren Beatty l'involucro contenente il nome di Emma Stone invece che la busta con la vittoria di Moonlight. Entrambe le persone coinvolte lavorano ancora per la PwC, mentre l'Academy sta valutando se affidarsi ancora alla società in futuro.
Secondo alcune ricostruzioni Cullinan avrebbe compiuto l'imperdonabile errore perché distratto dalla pubblicazione su Twitter da una foto che ritraeva la star di La La Land con in mano la statuetta appena conquistata.

L'Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha inoltre chiesto scusa per lo scambio di foto avvenuto nella realizzazione del segmento In Memoriam: "Chiediamo sinceramente scusa alla produttrice Jan Chapman, la cui foto è stata utilizzata per sbaglio nel tributo al posto di quella della sua collega e cara amica, Janet Patterson".
Online si è chiesto scusa alla famiglia della Patterson ed è inoltre stata pubblicata la versione corretta del video, mentre nella gallery dedicata ai membri scomparsi nel 2016 è stata inserita la foto giusta.

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Oscar 2017: l'Academy si scusa per gli errori...
Oscar 2017
News Nomination Foto Video
Oscar 2017: Warren Beatty e Faye Dunaway bisticciavano per decidere chi avrebbe annunciato il Miglior Film
Oscar 2017: la gaffe su La La Land suscita l'ilarità online e irresistibili meme
Privacy Policy