Masters of Horror 2, ecco i nuovi film

Sono stati annunciati i titoli dei film che faranno parte della seconda stagione della serie televisiva ideata da Mick Garris.

Dopo il successo della prima stagione, Masters of Horror tornerà sul piccolo schermo per una nuova serie di tredici film da brivido della durata di un'ora ciascuno che andranno in onda negli USA dal prossimo autunno. A riempire gli incubi dei telespettatori ci saranno ancora registi ed autori affermati che hanno dato prestigio alla prima serie, ed altri che invece si sono aggiunti al nuovo progetto, come Brad Anderson, Ernest Dickerson e Tom Holland.

Mick Garris, noto soprattutto per aver portato sul piccolo schermo numerosi adattamenti televisivi delle opere di Stephen King, dirigerà un episodio basato su un soggetto di Clive Barker, ovvero Valerie on the Stairs. Secondo Garris - che è anche l'ideatore della serie - il suo film, che definisce una sorta di ghost story sarà più spaventoso del precedente Chocolate, e racconterà la storia di uno scrittore che scopre che esistono destini peggiori che cadere nell'anonimato. Tra gli altri film in programma anche Family diretto da John Landis e scritto da Brent Hanley, che racconta la storia di due giovani coniugi che si trasferiscono in una nuova casa, ed intuiscono che il loro vicino di casa nasconde qualcosa di spaventoso. Anche Dario Argento darà il suo contributo alla seconda stagione di Masters of Horror con Pelts , scritto da Matt Venne ed ispirato all'omonima novella di F. Paul Wilson. Quello di Argento è un racconto erotico su una pelliccia di procione che si ribella violentemente a chi la indossa. Tra i protagonisti dell'episodio del regista italiano - che si appresta a concludere la trilogia delle Tre Madri iniziata negli anni '70 con Suspiria e Inferno - ci saranno anche Meat Loaf e John Saxon che aveva già lavorato con Dario in Tenebre.

Tobe Hooper porterà sul piccolo schermo The Damned Thing - scritto da Richard Matheson ed ispirato all'omonimo racconto di Ambrose Bierce - ovvero la storia apocalittica di una mostruosa forza malefica che devasta la piccola cittadina del Texas in cui lo sceriffo Reddle vive con la sua famiglia. John Carpenter invece sarà il regista di Pro-Life, la storia di una ragazzina rinchiusa in una clinica, che scopre che ancor più pericoloso dei suoi persecutori, è il diabolico segreto che lei si porta dietro. La sceneggiatura dell'episodio di Carpenter è stata affidata a Drew McWeeny e Scott Swan.
L'episodio diretto da Ernest Dickerson e sceneggiato da Garris, s'intitola The V Word, sarà una storia di vampiri e racconterà l'avventura di due adolescenti che poco saggiamente decidono di fare irruzione in un obitorio; mentre Brad Anderson invece sarà il regista di Sounds Like; che racconta la storia di Larry Pearce, un uomo dotato di poteri paranormali, che sarà costretto a reagire violentemente per mettere a tacere le terrificanti voci che solo lui è in grado di ascoltare. L'episodio di Anderson è ispirato ad un racconto scritto da Mike O'Driscoll.

The Screwfly Solution è l'episodio diretto da Joe Dante e scritto da Sam Hamm sulle basi di un racconto di Raccoona Sheldon: è la storia di uno spaventoso virus che trasforma gli uomini in feroci assassini che uccidono qualsiasi donna incontrino.
Tom Holland è invece il regista di un episodio dal titolo We Scream for Ice Cream, ispirato ad una storia di John Farris che racconta di un gelataio che cerca di mettere i bambini contro i loro genitori. Stuart Gordon infine renderà omaggio al grande Edgar Allan Poe, e il protagonista del suo episodio sarà proprio lo scrittore di Pittsburgh, che trovandosi a corto di idee e di soldi, decide di ispirarsi ad un malefico gatto nero per scrivere uno dei suoi racconti più celebri, ovvero The Black Cat.

Masters of Horror 2, ecco i nuovi film
Privacy Policy