Lucas profetizza: 'Il blockbuster è morto'

Secondo il regista di Star Wars, Hollywood sta per abbandonare le produzioni costose e scintillanti per dedicarsi a film piccoli e indipendenti

Sul fatto negli ultimi anni il business dei blockbuster sia diventato molto meno redditizio per il mercato hollywoodiano non ci sono dubbi. Oggi George Lucas, che del fenomeno blockbuster è considerato uno dei maggiori responsabili, dichiara di ritenere che Hollywood sia alla vigilia di un cambiamento epocale: le grandi produzioni stanno diventando fuori moda, e non garantiscono più un sufficiente rientro econonico. "Questa stagione lo ha dimostrato - ha detto il regista al New York Daily News - oggi non conviene più realizzare film con un budget superiore ai 200 milioni di dollari. Guardate cosa è successo con King Kong. Dopotutto, io credo che sia una buona cosa vengano preferiti i piccoli film, come è successo agli ultimi Academy Awards. Non fa bene al mercato, ma il cinema non è mercato. E' arte. Nei prossimi anni, vedremo molto più film indie nelle sale. Credo che nel 2025 il budget medio dei film distribuiti sarà sui 15 milioni di dollari."

Lucas profetizza: 'Il blockbuster è morto'
Privacy Policy