La critica americana incorona Mystic River

Mystic River conquista la critica americana e viene insignito del premio come miglior film del 2003 dalla National Board of Review, l'associazione che riunisce i critici cinematografici Usa.

Patrizio Marino

I critici americani, riuniti sotto la National Board, hanno incoronato Mystic River di Clint Eastwood come miglior film del 2003, preferendolo a L'ultimo samurai e Master and Commander: Sfida ai confini del mare. Per lo stesso film è stato premiato Sean Penn che si è si aggiudicato il premio per la miglior interpretazione maschile, mentre a Diane Keaton è andato il premio per la miglior performance femminile per il suo ruolo nel film di Nancy Meyers, Something's Gotta Give.

Il premio alla regia è andato invece a Edward Zwick, per L'ultimo samurai, mentre Vadim Perelman è stato premiato come miglior regista esordiente per La casa della sabbia e della nebbia con Jennifer Connelly.
Tra gli altri premiati troviamo Alec Baldwin come miglior attore non protagonista per The Cooler e Patricia Clarkson per la sua interpretazione in Pieces of April e The Station Agent.

Il film di Peter Jackson Il Signore degli anelli - Il ritorno del re si aggiudica un premio all'intero cast, mentre In America ha ricevuto il premio per la miglior sceneggiatura originale e Anthony Minghella per la sceneggiatura non originale di Ritorno a Cold Mountain.
Piccola delusione per l'Italia: il premio per il per miglior film straniero è andato a Le invasioni barbariche di Denys Arcand, vanificando le nostre speranze in una vittoria di La meglio gioventù di Marco Tullio Giordana.

La critica americana incorona Mystic River
Privacy Policy