La città verrà distrutta all'alba: interviste esclusive al cast

Timothy Olyphant, Radha Mitchell e il regista Breck Eisner ci parlano della lavorazione dell'horror che arriverà nei cinema il 23 aprile.

Arduo compito quello toccato a Breck Eisner. Portare sullo schermo in una versione completamente nuova un cult del maestro dell'horror politico George Romero: l'inquietante La città verrà distrutta all'alba. Intrighi politici, connivenze tra governo ed esercito ai danni della popolazione ignara di tutto, degenerazione della ricerca scientifica. La tematica complottista tipica degli horror low budget anni '70 non perde il suo fascino neppure nel reboot che modernizza la cupa visione del maestro Romero senza tradirne lo spirito polemico né alterando gli ingredienti essenziali del plot. L'acqua di Ogden Marsh, cittadina rurale dell'Iowa, viene contaminata da una misteriosa tossina, il cui effetto è quello di trasformare chiunque la beva in un folle assassino. Mentre gli abitanti del paese sprofondano nella pazzia, lo sceriffo David Dutton, sua moglie Judy, l'assistente Becca e il suo braccio destro Russell stringono un patto per tentare di sopravvivere nel caos generato dalla sostanza letale.

Come spiega il regista Breck Eisner, la forza della pellicola sta nel far leva su paure assolutamente concrete legate alla minaccia delle armi biologiche o al terrorismo. In una situazione limite come quella presentata dal film anche la persona più cara potrebbe trasformarsi inesorabilmente in un feroce assassino a causa della follia generata dalla tossina malefica. Le conseguenze del terribile veleno sono, infatti, quelle di moltiplicare all'infinito l'attività biologica interna all'individuo fino a che il cervello, ormai contaminato, non scarica l'energia accumulata producendo violentissimi scoppi d'ira. Proprio questa caratteristica del remake romeriano, che rispetto all'originale preme decisamente l'acceleratore sull'aspetto gore, ha richiesto un gran lavoro da parte del responsabile degli effetti speciali Robert Hall per esteriorizzare con efficacia sullo schermo le trasformazioni subite dai contagiati. Il manipolo di coraggiosi chiamato a combattere il virus letale è composto dall'affascinante Timothy Olyphant, qui nei panni dello sceriffo di Ogden Marsh, dalla talentuosa Radha Mitchell, che interpreta la moglie incinta dello sceriffo, e dalla giovane Danielle Panabaker. Mentre una divertente campagna di guerrilla marketing invade Roma per promuovere la prossima uscita di La città verrà distrutta all'alba nei cinema, Movieplayer.it vi svela i segreti della lavorazione dell'horror raccontati direttamente dalle voci del regista Eisner e dai protagonisti Timothy Olyphant e Radha Mitchell.

La città verrà distrutta all'alba - Intervista a Breck Eisner


La città verrà distrutta all'alba - Intervista a Radha Mitchell


La città verrà distrutta all'alba - Intervista a Timothy Olyphant

La città verrà distrutta all'alba: interviste...
Privacy Policy