Jean-Claude Van Damme, malore sul set di Weapon

L'attore è stato ricoverato in ospedale a causa di un lieve attacco cardiaco e la produzione del film è stata momentaneamente sospesa.

Un compleanno amaro per Jean-Claude Van Damme, che lunedì scorso ha soffiato su cinquanta candeline, ma il giorno seguente è stato costretto ad abbandonare il set del suo ultimo film, Weapon, in seguito a un attacco cardiaco. L'attore di origine belga si trovava sul set dell'action diretto da Ernie Barbarash, quando è stato colto da un malore ed è stato prontamente portato in ospedale per accertamenti. La produzione di Weapon - nel quale Van Damme interpreta un killer che suo malgrado unisce le proprie forze con un rivale per mettere fuori gioco un narcotrafficante - è stata momentaneamente sospesa per consentire all'attore di ristabilirsi. Le sue condizioni, in ogni caso, non sarebbero preoccupanti.

Nonostante il fisico possente, che gli ha aperto le porte del cinema d'azione, e nonostante abbia iniziato a praticare arti marziali da quando era un bambino, Van Damme ha dovuto affrontare spesso periodi difficili legati alla sua dipendenza dalla droga, e dal disturbo bipolare che gli fu diagnosticato verso la fine degli anni '90.
Di recente è apparso nuovamente nel ruolo di Luc Devereaux, protagonista de I nuovi eroi, nell'ultimo capitolo della saga action-fantascientifica.

Update: Jean Claude Van-Damme ha smentito la notizia secondo la quale avrebbe avuto un attacco cardiaco, e ha tranquillizzato i fan sul suo stato di salute, aggiungendo anche di essere in pieno regime di allenamento per le scene di lotta del film.

Jean-Claude Van Damme, malore sul set di Weapon
Privacy Policy