Ciak sul lavoro 2015: ospiti Lo Cascio, Milani e Ivano De Matteo

Luigi Lo Cascio, Riccardo Milani, Gianni Di Gregorio, Antonio Morabito e Ivano de Matteo parteciperanno alla rassegna toscana.

Saranno Luigi Lo Cascio, Riccardo Milani, Gianni Di Gregorio, Antonio Morabito e Ivano De Matteo i registi ospiti del 10/o "Ciak sul lavoro", la rassegna di cinema dedicata al mondo del lavoro che si terrà dal 1 aprile al 5 maggio allo Spazio Alfieri di Firenze (ore 21,00; ingresso 3 euro). La rassegna, curata da Gabriele Rizza del Sindacato critici cinematografici della Toscana, è organizzata da Cgil Filcams Firenze e Toscana, dall'associazione Anemic in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana.

Il venditore di medicine: il regista Antonio Morabito sul set con Claudio Santamaria

La rassegna sarà inaugurata da Scusate se esisto!, il film di Riccardo Milani con protagonisti Paola Cortellesi e Raoul Bova sui "cervelli in fuga" che ritornano i Italia speranzosi di un lavoro come quello che avevano all'estero. Di pensioni, esodati e della legge Fornero se ne parlerà nel film Buoni a nulla di Gianni De Gregorio (15 aprile) e delle pratiche scorrette del "mercato" farmaceutico in Il venditore di medicine (27 aprile) di Antonio Morabito. La rassegna prosegue il 29 aprile con Luigi Lo Cascio e la proiezione del suo film La città ideale. Chiude la manifestazione la proiezione de I nostri ragazzi di Ivano de Matteo (5 aprile), film interpretato da Alessandro Gassman, Barbora Bobulova e Giovanna Mezzogiorno.

"La rassegna - hanno spiegato gli organizzatori - affronta i temi della precarietà, l'emergenza e la crisi socio economico che investono il nostro paese. La rassegna presenta cinque titoli dell'ultima stagione che, con varie modalità e su vari registri (comico, leggero, impegnato, drammatico), hanno dialogato con la contemporaneità e i mille disagi (esistenziali, professionali, pubblici e privati) che giorno dopo giorno l'attraversano". Per informazioni: www.anemic.it.

Ciak sul lavoro 2015: ospiti Lo Cascio, Milani e...

Fonte: Comunicato stampa

Privacy Policy