Che animale sei? In TV la fiaba di una pennuta senza nome

Sabato 20 dicembre, alle ore 8.00, all'interno del Videogiornale del Fantabosco, sarà trasmesso il piccolo film ispirato all'omonimo romanzo di Paola Mastrocola.

Arriva in prima tv assoluta su Rai Tre sabato 20 dicembre alle ore 8.00, Che animale sei?, il nuovo special di Rai Fiction tratto dal romanzo omonimo di Paola Mastrocola, autrice premio Campiello. Una favola moderna che ha per protagonista una simpatica pennuta senza nome e senza famiglia, con mille interrogativi su di sé e sul mondo che la circonda. Un film in animazione di circa 30 minuti diretto da Michel Fuzellier e coprodotto da Rai Fiction con lo studio di animazione Gertie di Milano. La sceneggiatura del mini-film è curata dallo stesso Fuzellier in collaborazione con Paola Rota e Chiara Cremaschi, mentre i disegni sono firmati da Alberto Rebori e le musiche da Patrizio Fariselli.

"Quando uno nasce, non sa chi è. E se non c'è nessuno che glielo dice, la vita diventa una bella complicazione", spiega Paola Mastrocola. La nostra anatroccola, per esempio, non sapeva chi era, perché quando era nata, rotolando giù da un camion, si era ritrovata sola e aveva scambiato per sua madre una pantofola di pelo dalla stravagante forma di topo. In fondo, era contenta di avere questa mamma. E tutto sarebbe rimasto per sempre così, se non avesse voluto conoscere il mondo e non avesse continuamente incontrato qualcuno che le chiedeva: "Che animale sei?".
Durante il suo viaggio incontra molti personaggi e colleziona preziose esperienze che la aiuteranno a prendere coscienza di se stessa, a comprendere la sua natura, i suoi desideri, le sue paure e le sue aspirazioni. L'universo animale che la circonda, felice metafora di quello reale, è popolato da bizzarre figure in cui non è difficile riconoscere tipi e caratteri umani: ecco dunque i castori che si affannano di lavoro senza pensare ad altro; i pipistrelli che amano indire numerose riunioni e sedersi attorno a un tavolo per discutere e porre domande, senza ascoltare poi le risposte. E ancora, la famiglia adottiva dell'alta società (mamma gru e papà fenicottero) che la introducono in un mondo dove contano soprattutto ricchezza e immagine, Franco, un airone vanesio e farfallone. Accanto ad essi si riconoscono anche amici leali, come George, castoro ribelle che non vuole fare l'ingegnere come i suoi simili ma aspira a diventare un filosofo; Lucio, una piccola lucertola sempre pronta ad offrire il suo appoggio fraterno; Lupo solitario, il tenebroso scrittore che le farà palpitare il cuore e la maestra Tolmer, in cui si rispecchia la stessa autrice, che aveva una profonda convinzione, e cioè che tutto a questo mondo passa, anche le domande.

Un racconto di formazione, intenso e divertente; una storia ricca di metafore e spunti di riflessione che affascinerà grandi e piccini. Che animale sei? Storia di una pennuta è edito da Guanda e ha venduto 120mila copie. Della Mastrocola è da poco in libreria il suo ultimo libro che ripropone i personaggi del lupo e della papera in una nuova chiave di lettura, dal titolo E se covano i lupi.

Che animale sei? In TV la fiaba di una pennuta...

Fonte: comunicato stampa

Privacy Policy