Bridget Jones 3: Colin Firth vorrebbe tornare

Anche se il suo personaggio, nella versione letteraria, è ormai defunto, l'attore non perde le speranze.

Il preannunciato Bridget Jones's Baby, terzo capitolo della saga di Bridget Jones da tempo in stand-by, potrebbe riservare sorprese inaspettate. Sappiamo che Hugh Grant ha deciso di abbandonare il progetto, ma l'altro contendente al cuore di Bridget Jones, Mr. Darcy, alias Colin Firth, ha dichiarato di essere possibilista sul suo ritorno nel terzo lungometraggio che vedrà protagonista Renée Zellweger. In un'intervista all'Independent, Firth ha dichiarato che sarebbe interessato a partecipare, ma solo se "i prossimi film avranno una direzione precisa. Quando la notizia di un nuovo sequel si è diffusa, ho subito detto che un terzo film avrebbe senso solo nel caso in cui raccontasse la nostra di noi che ormai siamo entrati in una generazione diversa in cui incominciamo a peggiorare. Bene, penso che ora siamo pronti per questa fase!"

Renèe Zellweger e Colin Firth in una scena di Che pasticcio, Bridget Jones!

Nelle sue dichiarazioni, Colin Firth non tiene conto del fatto che, nel terzo romanzo della saga uscito nel 2013, Bridget Jones. Un amore di ragazzo, il povero Mark Darcy è ormai morto e sepolto da anni e Bridget Jones ha stretto una relazione con un toy boy. Forse Colin Firth auspica un possibile ritorno in versione fantasmatica, in un flash back, oppure spera che la sceneggiatura del film non tenga conto della sua scomparsa letteraria.

Bridget Jones 3: Colin Firth vorrebbe tornare
Privacy Policy