Berlino 2015: Tim Roth in Panorama

Tante pellicole provenienti da ogni parte del mondo. Nella pattuglia sudamericana spicca l'opera prima di Gabriel Ripstein 600 Miles, con Tim Roth.

Annunciato anche il programma di Panorama, sezione del programma del Festival di Berlino. Ad inaugurare questa edizione, il 5 febbraio, sarà la produzione brasiliana Blue Blood, fiaba diretta da Lírio Ferreira che racconta la storia di una famiglia divisa da lotte interne e del suo riavvicnamento.

Panorama Special si aprirà con due proiezioni allo Zoo Palast il 6 febbraio: il thriller 600 Miles, esordio alla regia del messicano Gabriel Ripstein che mostra un giovane trafficante d'armi in viaggio dal Texas al Messico che strenge un'improvvisa allenza con un veterano dell'esercito americano (Tim Roth, e Tough Love della leggenda tedesca Rosa von Praunheim. Il film racconta la storia del campione mondiale di karate Andreas "Andy" Marquardt in un viaggio dagli abusi dell'infanzia fino a una vita adulta costellata dalla violenza.

Massiccia la presenza delle pellicole latinoamericane: Sebastián Silva presenterà il suo nuovo film, Nasty Baby, ambientato a Brooklyn. I brasiliano Chico Teixeira e Anna Muylaert firmano Absence e The Second Mother mentre dall'Argentina arrivano Butterfly di Marco Berger e The Fire di Juan Schnitman. L'americano Mitchell Lichtenstein presenta nella sezione l'horror Angelica e dagli Stati Uniti arriva anche l'horror di Takeshi Fukunaga Out of My Hand, un'opera prima.

Berlino 2015: Tim Roth in Panorama
Privacy Policy