Benigni si prepara a conquistare Roma

Con 'TuttoDante' il suo ultimo spettacolo, che è stato presentato in Campidoglio assieme a Veltroni, il comico toscano sarà nella capitale dal 20 aprile fino alla fine di giugno.

E' un fiume in piena, Roberto Benigni: nel presentare il suo ultimo show, TuttoDante - che sarà a Roma dal 20 aprile fino alla fine di giugno, in un teatrotenda da 4000 posti allestito a Piazzale Clodio - parla di Roma, di politica, di matrimoni contronatura, ma anche di Dante Alighieri, la cui grandezza, secondo il comico toscano "E' nell'invitarci a guardarci in faccia per farci vedere quanto siamo schifosi, avere il coraggio di vedere nel profondo il nostro male, che nei secoli non è cambiato".
Già replicato in ventisei città d'Italia, per un totale di 350mila spettatori, TuttoDante è stato presentato ieri in Campidoglio alla presenza del sindaco di Roma, Walter Veltroni, che non è stato risparmiato dalle travolgenti effusioni di Benigni: "Io Veltroni me lo sposerei, un bel matrimonio contro natura, un matrimonio ogm, lei fra l'altro è sindaco, e si può anche sposare da solo". Dopo aver ricordato di quando si trasferì nella Capitale, ancora adolescente, in una casa del quartiere Testaccio, si candida a sindaco di Roma e annuncia di voler costruire un residence con parcheggio sotterraneo al posto dei Fori Imperiali, ma in realtà Benigni sente il suo mestiere di comico come una vera e propria missione, ovvero quella di "difendere il proprio Paese da chi lo governa"

La prima parte dello spettacolo, ha spiegato Benigni sarà dedicata all'attualità, con un'attenzione particolare a ciò che riguarda Roma, poi il resto dello spettacolo sarà incentrato sulla Divina Commedia, e sul Poeta, che "Nel Trecento venne a Roma per dire al Papa di non occuparsi degli affari di Stato, come vedete la Storia non è cambiata". E poi a Roma c'è una delle associazioni dantiste più importanti, che tra l'altro è presieduta da Giulio Andreotti, che secondo Benigni "E' un coetaneo di Dante, e se verrà allo spettacolo gli chiederò di raccontarci qualche aspetto della vita privata del Poeta". In realtà Benigni si è detto sicuro che molti politici non verranno a vedere il suo spettacolo perchè viene rappresentato a Piazzale Clodio che "E' troppo vicino al Palazzo di Giustizia..".

Insomma lo show di Benigni si preannuncia davvero esplosivo, con i ragazzi che, secondo il comico "urlano i canti come se fossero ad un concerto rock, e d'altra parte è rock anche per i numeri: ottomila persone a sera, in cinque sere fa quarantamila persone, come Vasco Rossi".

Benigni si prepara a conquistare Roma
Privacy Policy