Addio a Pino Daniele

Il cantautore napoletano si è spento stanotte nella sua casa in Toscana a causa di un infarto.

Uno dei più amati e venerati cantautori partenopei ha lasciato il suo pubblico stanotte, stroncato da un infarto: Pino Daniele è deceduto improvvisamente nella sua villa in Toscana e vani sono stati i tentativi di prestargli soccorso. La notizia è stata confermata sul web dal collega e amico Eros Ramazzotti che ha commentato l'accaduto dicendo "Anche Pino ci ha lasciato. Grande amico mio, ti voglio ricordare con il sorriso mentre io, scrivendo sto piangendo. Ti vorrò sempre bene, perché eri un puro ed una persona vera oltre che un grandissimo artista. Grazie per tutto quelli che mi hai dato fratellone, sarai sempre accanto al mio cuore. Ciao Pinuzzo".

Un primo piano per Pino Daniele

L'artista, oltre ad essere stato acclamato per decenni nel panorama musicale, ha avuto anche un fruttuoso e felice rapporto collaborativo con il cinema: compositore di undici colonne sonore, tra cui tre film di Massimo Troisi (Ricomincio da tre, Le vie del Signore sono finite e Pensavo fosse amore invece era un calesse), il film Amore a prima vista di Vincenzo Salemme, la pellicola d'animazione Opopomoz del 2003 e La seconda volta non si scorda mai, di Alessandro Siani. Ha inoltre firmato la canzone "Assaje", interpretata da Lina Sastri nel film Mi manda Picone di Nanni Loy senza contare gli altri, numerosi, brani della sua discografia che sono comparsi in svariati film italiani come Maradona, la mano di Dio di Marco Risi e Fame chimica di Antonio Bocola e Paolo Vari.

Addio a Pino Daniele
Privacy Policy