A Venezia, il glamour di Veruschka ed i brividi di 'Descent'

Saranno presentati un documentario sulla celebre modella tedesca, e il claustrofobico film di Neil Marshall

Torna a far parlare di se la contessa Veruschka Von Lehndorrf, meglio conosciuta semplicemente come Veruschka, la prima top-model della storia: nell'ambito della 62esima edizione del Festival di Venezia, infatti, sarà presentato il nuovo film di Paul Morrissey, il documentario Veruschka. Il film racconterà la vita della celebre modella ed artista e concorrerà per il premio Orizzonti.Doc.

Il padre di Veruschka, il conte Heinrich Ahasverus von Lehndorff, era attivamente impegnato nel movimento di resistenza tedesco e fu condannato a morte dai nazisti per aver tentato di uccidere Adolf Hitler, nell'estate del '44. Dopo aver frequentato ben 13 scuole, ed aver studiato pittura e disegno, fece il suo ingresso nel mondo della moda: divenne famosissima e lavorò con alcuni tra i più grandi fotografi di fama internazionale, come Richard Avedon ed Helmut Newton. Mentre lavorava come modella, a New York, iniziò anche a studiare recitazione con Lee Strasberg ed apparve in alcuni film, tra cui Blow Up di Michelangelo Antonioni. Tra gli interessi di Veruschka, però non c'è solo il mondo dello spettacolo e della moda, ma anche l'arte, e come artista ha lavorato anche con l'amico Salvador Dalì, Julien Schnabel, Andy Warhol e Francis Bacon. Attualmente lavora solo come artista, a Brooklyn con il suo compagno, il musicista Micha Wasche.

Ma oltre al glamour di Verushka, il Festival si concederà una chiusura da brividi, almeno per quanto riguarda il ricco carnet dei film fuori concorso: è proprio in questa sezione che verrà presentato The Descent, un horror con un cast tutto femminile che racconta la storia di un gruppo di sei amiche che si incontrano come sempre ogni anno, per un'avventura sotterranea nelle viscere della terra. Il gruppo si fa strada attraverso un percorso già esplorato, godendosi gli splendidi paesaggi sotterranei. Ma in profondità le aspetta una tragedia: il percorso che stanno seguendo, dietro di loro, viene bloccato da una frana di massi, e non possono più tornare indietro. Quando le ragazze si rendono conto che Juno, una del loro gruppo, la più coraggiosa le ha condotte per un percorso inesplorato, il panico cresce a dismisura perchè capiscono che nessuno potrebbe venirle a cercare laggiù. E qualcosa nel buio, le osserva.

A Venezia, il glamour di Veruschka ed i brividi...
Privacy Policy