The Walking Dead: il miracolo di Jesus, la serie si scopre divertente e romantica

Dopo il tragico e sanguinoso Nessuna via d'uscita, la storia riprende qualche settimana dopo e ci regala una rara parentesi serena e piuttosto divertente nella vita dei protagonisti dello show di AMC. Oltre a un nuovo, interessante incontro. No, non è ancora Negan, ma comunque un personaggio che ha carisma da vendere.

The Walking Dead: il miracolo di Jesus, la serie...
The Walking Dead

2010 - .... – Drammatico
4.1 4.1

Dopo l'episodio esplosivo e ricco di emozioni della scorsa settimana in molti aspettavano al varco questo nuovo The Walking Dead, probabilmente spaventati dall'idea di trovarsi davanti un episodio che, al contrario, fosse solo introspettivo e dedicato all'elaborazione del lutto, alla ricostruzione di Alexandria, al riabbracciare coloro che avevamo dato per morti. Un lungo e tanto atteso day after insomma che permettesse ai protagonisti della storia un po' di riposo dopo quell'unica lunghissima e terrificante avventura che è stata la prima metà di stagione.

Leggi anche: The Walking Dead 6 ritorna con l'episodio più teso ed esplosivo di sempre

The Walking Dead: Rick e Daryl nell'episodio 6x10

Se gli spettatori che amano principalmente l'azione saranno ben felici di vedersi risparmiato tutto questo grazie all'intelligente salto temporale scelto dagli autori, questo La legge della probabilità è comunque un episodio molto diverso dal precedente, anzi ne è quasi l'opposto. Se Nessuna via d'uscita può essere definito tranquillamente come uno dei più emozionanti e tragici dell'intera serie, questo episodio successivo è senza alcun dubbio il più divertente (anche perché la concorrenza è tutt'altro che spietata) e "piacevole". Le virgolette sono d'obbligo perché in The Walking Dead tutto è sempre relativo, ma di certo è molto raro trovare tra i protagonisti della serie AMC una tale tranquillità e pace, se non addirittura gioia e piacere per quello che stanno facendo.

The Walking Dead: l'attrice Danai Gurira in The Next World

More Than a Feeling

he Walking Dead: Michonne nell'episodio 6x1

D'altronde che non sia un episodio come tanti altri lo possiamo capire sin dall'incipit grazie al simpatico, ma inedito, quadretto familiare composto da Rick che ascolta la canzone dei Boston mentre si prepara e guarda la piccola Judith giocare, Michonne in accappatoio alla ricerca di un dentifricio e Carl che, a parte una benda sull'occhio destro, sembra perfettamente in salute. Non è solo casa Grimes ad essere un piccolo angolo di paradiso ma tutta Alexandria sembra essere finalmente diventata quella che era il sogno di Deanna: tutti si danno da fare e contribuiscono alla crescita della comunità e gli unici pensieri sono quelli relativi al recupero di beni di primaria importanza, come cibo e medicine, o anche di "lusso" come una bibita gassata che Denise vorrebbe regalare alla sua amata Tara.

The Walking Dead: Tom Payne, Norman Reedus e Andrew Lincoln in La legge della probabilità

L'atmosfera è talmente rilassata che è come se vedessimo per la prima volta Rick e Daryl all'opera insieme, e bisogna ammettere che sono davvero uno spasso: vederli litigare per la musica, contraddirsi in continuazione, addirittura imboccarsi l'un l'altro durante il viaggio in macchina fa pensare più ad una buddy cop comedy che ad un episodio di The Walking Dead e la cosa davvero strana è che questa sensazione dura per tutto l'episodio, anche quando arrivano gli inevitabili zombie o c'è un incontro che rischia di rovinare la loro "giornata perfetta".

"It is pretty stupid of us to go out there" "Yup. Do it again tomorrow?" "Yup."

E alla fine arriva Jesus

The Walking Dead: Tom Payne è Jesus in La legge della probabilità

Chiunque abbia letto i fumetti lo stava aspettando da tempo e, nonostante il nome leggermente modificato da Paul Monroe a Paul Rovia, il "messia" è finalmente arrivato! Perchè così tanta attesa per questo personaggio? Perché è bello come Gesù (o Jared Leto, stessa cosa in fondo), agile e potente come Michonne e Morgan, divertente come... ok, fino ad oggi il divertimento non aveva niente a che fare con questa serie quindi non abbiamo un paragone da proporvi, però avete capito lo stesso. E in più Jesus non è solo un personaggio ma un simbolo del nuovo corso di The Walking Dead che è appena cominciato e che, l'avrete intuito, ha molto a che fare con nuovi personaggi, nuovi luoghi e ovviamente nuovi pericoli.

Come sempre, quando si ha che fare la versione televisiva di The Walking Dead non bisogna dare nulla per scontato, perché le differenze con il fumetto sono tantissime, ma di certo questa new entry non può che fare felici i fan e siamo certi che ben presto entrerà nel cuore anche degli spettatori. D'altronde il primo incontro con Rick e Daryl è davvero promettente e rivelatore delle sue abilità ma anche del fatto che la sua natura, per quanto ambigua, sia fondamentalmente buona. Ma è ancora più significativo di un altro aspetto: con molti mesi trascorsi ormai dall'inizio dell'epidemia, coloro che sono sopravvissuti, in un modo o nell'altro, sono persone con caratteristiche eccezionali. Non c'è più solo Rick Grimes lì fuori ma tante persone altrettanto in gamba. E altrettanto pericolose.

Contenuto pubblicitario

Leggi anche: The Walking Dead: le 15 scene più scioccanti di una serie dura a morire

The Walking Dead: l'attore Tom Payne in La legge della probabilità

La legge della probabilità

The Walking Dead: la morte di Deanna in La legge della probabilità

A conferma di quella legge che dà il titolo all'episodio, e che viene spesso citata dallo stesso Rick, non potevano mancare dei momenti meno riusciti anche in questo episodio, ed è così che le due sottostorie (intrecciate) di Michonne/Spencer e Carl/Enid che incontrato la povera Deanna zombificata rappresentano sicuramente il punto debole di un episodio diverso dagli altri ma che proprio in questi brevi interludi ritorna alla "normalità". Sono comunque momenti che servono a portare avanti dei personaggi e a mostrarci che, in fondo, non per tutti è così semplice ricominciare la vita come se nulla fosse, ma che stonano con il resto dell'episodio e che, proprio per questo, risultano più indigesti del solito.

Finalmente Rick e Michonne!

The Walking Dead: Danai Gurira e Andrew Lincoln in La legge della probabilità

Oltre ai tanti momenti divertenti e all'esordio di Jesus, questo episodio rimarrà memorabile anche per il finale che ci mostra l'inizio della storia tra due dei personaggi più belli e rappresentativi della serie. È bene dire che qui siamo in territorio inesplorato perché nel fumetto non avviene nulla del genere (anche se lì, nello stesso momento, Rick effettivamente inizia una storia con un altro personaggio storico del gruppo), ma bisogna anche ammettere che già da tempo il rapporto tra Rick e Michonne, complice anche l'affetto della donna per Carl, sembrava promettere qualcosa di più che una semplice amicizia.

The Walking Dead: Michonne e Rick in una foto dell'episodio La legge della probabilità

D'altronde già ad inizio episodio gli autori avevano lasciato intendere che ormai la convivenza tra i due si fosse spinta oltre la semplicemente convenienza ma fosse diventata vera e propria complicità e intimità; nel finale dell'episodio vediamo però il primo bacio al termine di quella che è stata una giornata strana non solo per noi spettatori, ma anche per loro. Andrà avanti questo rapporto? Diventerà qualcosa di sempre più serio? Secondo noi sì, anche se trovarsi uno sconosciuto per casa mentre si è a letto nudi non è esattamente il miglior modo per iniziare una relazione...

Leggi anche: The Walking Dead: 10 cose che (forse) non sapete sulla serie zombie

I nodi si sciolgono

The Walking Dead: una foto dell'episodio The Next World

E non ci riferiamo solo a quelli che, almeno in teoria, avrebbero dovuto tenere legato Jesus, ma a quelli che promettono gli autori dello show, visto che il prossimo episodio si intitolerà proprio Knots Untie e continuerà a concentrarsi sul nuovo personaggio, sulle conseguenze del suo arrivo ad Alexandria e sulle novità che porta. Nel promo promette al gruppo: "Il mondo sta per diventare molto più grande" e questo vuol dire che sono in arrivo nuovi problemi, e il più grosso di questi problemi si chiama - ormai lo sanno tutti - Negan. Difficile immaginare, a breve, un nuovo episodio gioioso e spensierato come questo; godiamocelo e teniamocelo ben stretto.

Leggi anche: Il nostro archivio con tutti gli articoli e le recensioni dedicati alla stagione 6 di The Walking Dead

Luca Liguori
Redattore
4.0 4.0
The Walking Dead: 10 cose che (forse) non sapete sulla serie zombie
The Walking Dead: le scene più scioccanti di una serie dura a morire
Privacy Policy