The Vampire Diaries: un debutto al sangue

Debutta negli USA - e con notevole successo di pubblico - la nuova serie vampiresca targata CW che si propone di conquistare il pubblico di Twilight, piuttosto che quello di True Blood. Una sorta di 'Transilvania 90210' che vede protagonista la bella Elena, che al suo primo giorno di scuola ritrova i suoi compagni di classe e incontra un affascinante vampiro. Intanto, la cittadina di Mystic Falls è terrorizzata da una serie di aggressioni misteriose.

Dopo lo strepitoso successo di Twilight, era inevitabile che la vampire-mania approdasse anche sul piccolo schermo, e il modo in cui il pubblico ha accolto una serie come True Blood, che ha appena concluso una trionfale seconda stagione, confermandosi come uno dei fenomeni televisivi degli ultimi tempi, ha convinto anche i boss della CW a giocare le proprie carte su queste affascinanti e sensuali creature della notte, ma puntando sugli stessi elementi che hanno fatto di Twilight uno dei film più visti degli ultimi tempi. Niente trasgressione quindi, niente nudi - almeno per ora - ma solo qualche brivido, atmosfere suggestive, e dialoghi da batticuore che sicuramente faranno presa su un pubblico di ragazzine. A rendere il tutto più accattivante, un cast di attori carini tra cui Ian Somerhalder - già visto in Lost, e qui poco credibile nei panni di un perfido vampiro - Paul Wesley e Nina Dobrev, e una manciata di canzoni che si susseguono senza sosta a sottolineare gli stati d'animo dei protagonisti, tra cui Running Up That Hill dei Placebo, Thinking of You di Katy Perry e poi ancora brani dei White Lies e Bat For Lashes .

Nina Dobrev in una scena di The Vampire Diaries
Il debutto televisivo di The Vampire Diaries, negli USA è stato accolto con un certo entusiasmo, considerato che l'episodio pilota è stato visto da quasi cinque milioni di telespettatori: un nuovo record per la CW che non aveva mai totalizzato cifre simili per una premiere di stagione (neanche per l'esordio di 90210, lo scorso anno) che bisognerà vedere se sarà mantenuto nel corso dell'attuale stagione televisiva.
Liberamente ispirato ad una saga letteraria di L.J. Smith, l'episodio pilota di The Vampire Diaries entra nel vivo con una sequenza d'atmosfera durante la quale assistiamo alla feroce uccisione di una coppia che fa ritorno a casa, dopo aver assistito ad un concerto. Mentre la loro auto sparisce nella nebbia, i due si rendono conto di aver investito qualcuno. E' un vecchio trucco, e non ci vuole molto a capirlo: l'uomo esce dall'auto e si avvicina al corpo che giace apparentemente esanime sull'asfalto, e viene immediatamente aggredito. Subito dopo, tocca a lei, che viene assalita dalla stessa misteriosa creatura mentre tenta disperatamente la fuga. Aggressioni simili a questa iniziano a suscitare qualche preoccupazione nella piccola cittadina di Mystic Falls, dove è ambientata la storia, e presto scopriremo che sono collegate ad una serie di misteri legati alla storyline più dark della serie, che ovviamente si affianca a quella più romantica, appositamente confezionata per il target di pubblico del network.

Paul Wesley in una scena del Pilot di The Vampire Diaries
Per il resto, il primo episodio della serie, oltre a presentare alcuni dei personaggi, tenta palesemente di far presa sul pubblico di Twilight, alternando varie situazioni e atmosfere che ricordano quelle raccontate nel film ispirato alla saga di Stephenie Meyer. La giovane protagonista è Elena, una ragazza che il primo giorno di scuola decide di lasciarsi alle spalle la tragica scomparsa dei suoi genitori, entrambi morti in un incidente stradale (un dettaglio che lascia intuire che potrebbe esserci un collegamento tra la morte dei genitori di Elena e l'aggressione alla quale abbiamo assistito all'inizio del pilot). Elena vive con sua zia e con suo fratello Jeremy (Steven R. McQueen, nipote della star di Bullitt) un ragazzo problematico, che al contrario di lei non sembra aver intenzione di superare la tragedia familiare che l'ha colpito. A scuola Elena ritrova alcuni compagni di classe, tra cui Bonnie (Katerina Graham) che all'inizio sembra scherzare sulle sue presunte capacità medianiche, e poi scopriamo che effettivamente è in grado di anticipare cosa accadrà nel futuro, quindi Caroline (Candice Accola) una biondina superficiale e non particolarmente sveglia, ma soprattutto da Stefan Salvatore (Paul Wesley), un giovane affascinante e misterioso che sin dalle prime scene si rivela essere un vampiro: non resiste all'odore del sangue, è capace di soggiogare le persone con il potere del suo sguardo, non riesce ad entrare nelle case altrui se non riceve un invito esplicito, e così via.
Mentre Elena non sembra ancora essersi resa conto della vera natura di Stefan - che il ragazzo vive in maniera conflittuale, visto che non si avvicina da tempo al collo di un essere umano - lo zio del ragazzo è convinto che egli sia il responsabile dell'aggressione avvenuta qualche notte prima, e teme che altri episodi del genere possano compromettere la loro serenità, visto che "Mystic Falls non ha dimenticato ciò che è accaduto in passato".
Entrambi i ragazzi tengono un diario al quale confidano segreti e memorie, soprattutto Stefan, che tende a dimenticare gli eventi di un'esistenza centenaria, e questo forse è il dettaglio più interessante della serie, che per il momento non è altro che un collage di situazioni già viste - c'è persino una festa con tanto di gazebo illuminato, come nella scena conclusiva di Twilight, e riferimenti alla somiglianza impresionante tra la protagonista e un antico amore di Stefan, come in Dracula di Francis Ford Coppola - ma i produttori, in occasione della presentazione di The Vampire Diaries al Comic.Con di San Diego hanno assicurato che il serial si svilupperà diversamente nel corso della stagione, concentrandosi in modo particolare sulla storia della cittadina di Mystic Falls. Staremo a vedere.

Un altro personaggio importante, in questa sorta di Transilvania 90210 confezionata dalla CW, è il fratello di Stefan, il perfido e agilissimo Damon, che ha gli occhi azzurri di Ian Somerhalder. Damon e Stefan si ritrovano dopo un lungo periodo di lontananza, e si intuisce da subito che le loro personalità sono diverse, anche se a dir la verità, il personaggio di Stefan sembra strutturato in maniera più equilibrata rispetto a quello del fratello, che invece è un villain tagliato con l'accetta, tutto sorrisini perfidi e mossette insopportabili.
In attesa di vedere come si svilupperà la storia tra Stefan e la bella Elena, si intuisce che sarà movimentata dalle conseguenze di un'altra misteriosa aggressione avvenuta durante una festa, ai danni di una ragazza che sul suo letto d'ospedale non esita a rivelare di essere stata morsa da un vampiro. Ovviamente il responsabile di quest'ultima aggressione è proprio Damon, che sembra determinato a seminare il panico a Mistyc Falls, e a compromettere quindi l'esistenza tormentata, ma poco movimentata di Stefan e di suo zio.
Il punto di forza della serie, è sicuramente il ritmo in cui si sviluppano gli episodi, ma non certo l'originalità delle situazioni o lo spessore dei personaggi. Tuttavia, le cose potrebbero cambiare nel corso del tempo, com'è accaduto per altre serie targate CW (tra cui Supernatural), quindi non resta che aspettare e vedere come proseguirà la serie.

The Vampire Diaries: un debutto al sangue
Privacy Policy