The Simpsons Guy: Commento al crossover Simpson/Griffin

Trasmesso negli USA il 28 settembre, l'episodio speciale ha inaugurato la tredicesima stagione de I Griffin.

The Simpsons Guy: Commento al crossover...

Il plot

I Griffin

1999 - .... – Animazione
3.6 3.6

Peter Griffin si improvvisa autore di una striscia a fumetti, che viene pubblicata sul quotidiano locale. In seguito ad una vignetta misogina e la controversia che ne scaturisce, tutta la famiglia decide di lasciare temporaneamente Quahog, in attesa che si calmino le acque.

Durante una sosta in una stazione di servizio, i Griffin si ritrovano senza automobile, e sono costretti a chiedere aiuto agli abitanti della città più vicina: Springfield. Incontrano la famiglia Simpson, e tutto sembra andare a gonfie vele: Peter e Homer sono amiconi, Lisa insegna a Meg come avere un minimo di autostima, Bart diventa il mentore di Stewie. Ma l'inevitabile conflitto si nasconde dietro l'angolo...

The Simpsons Guy: il divano dei Simpson occupato nel crossover Simpson/Griffin

Il retroscena

The Simpsons Guy: Peter e Homer in un'immagine dal crossover Simpson/Griffin

Era inevitabile, ad un certo punto, che le due serie animate di punta della Fox, in onda dal 1989 (I Simpson) e 1999 (I Griffin), organizzassero un evento insieme, nonostante le polemiche da parte dei fan - e, occasionalmente, degli autori - sull'eccessiva somiglianza tra l'opera di Matt Groening e quella di Seth MacFarlane. Questo aspetto è stato oggetto di parodia su entrambi i fronti: in un episodio de I Griffin (per l'esattezza La famiglia Nielsen, Ratings Guy, andato in onda nel 2012), Peter schernisce Homer perché per una volta la famiglia gialla non è stata la prima ad avere una certa idea, mentre in The Italian Bob, puntata de I Simpson trasmessa nel 2005, Peter e Stan Smith, protagonista di American Dad! (altra creatura di MacFarlane), appaiono in un elenco di persone ricercate, con le accuse di "plagio" (per Peter) e "plagio di plagio" (per Stan). The Simpsons Guy, crossover ufficiale tra i due colossi animati, è stato annunciato nell'estate del 2013, e realizzato con l'approvazione di tutti i diretti interessati.

The Simpsons Guy: un'immagine tratta dal crossover Simpson/Griffin

I know that voice! Al cast fisso de I Griffin (Seth MacFarlane, Alex Borstein, Seth Green, Mila Kunis e Mike Henry) si unisce quasi tutta la banda de I Simpson: Dan Castellaneta (Homer, Nonno Simpson, Barney Gumble, Hans Moleman e altri), Julie Kavner (Marge, Patty e Selma), Nancy Cartwright (Bart, Nelson, Ralph), Yeardley Smith (Lisa) e Hank Azaria (Boe, Apu, il commissario Winchester e l'uomo dei fumetti). Manca all'appello Harry Shearer, ragion per cui i suoi personaggi - Mr. Burns, Smithers, il direttore Skinner e altri - appaiono senza parlare. Tra gli ospiti speciali è doveroso fare i nomi di Adam West, James Woods e Julie Bowen.

Contenuto pubblicitario
The Simpsons Guy: un'immagine dal crossover Simpson/Griffin

Everything is meta. Come da copione, gran parte della comicità è incentrata su vari inside jokes: si scherza sull'utilizzo dei crossover (all'inizio dell'episodio i Griffin stanno guardando l'incontro tra i personaggi di Arcibaldo e quelli di Modern Family), sulla durata extralarge della puntata ("Di solito ci mettiamo venti minuti"), sulla cancellazione di The Cleveland Show e sulla presenza di Bob's Burgers, cartoon creato da Loren Bouchard, nel palinsesto della Fox denominato Animation Domination. Non manca neanche la gag sul colore della pelle degli abitanti di Springfield, tutti malati di epatite secondo Peter Griffin, mentre per Homer gli ospiti provenienti da Quahog sono albini. Infine, non può mancare la frecciatina alle frequenti proteste contro i contenuti politicamente scorretti de I Griffin e tutta una sottotrama dedicata ai presunti plagi artistici di MacFarlane, con tanto di cameo di Fred Flintstone, fonte di ispirazione per Matt Groening, anch'egli quindi, a sua volta, colpevole di scarsa originalità.

The Simpsons Guy: una foto di scena del crossover Simpson/Griffin

"Hello, Moe? Your sister's being raped." Già controversa prima della messa in onda, per via della sua inclusione nel trailer dell'episodio, è la sequenza più discussa della puntata: Bart insegna a Stewie come fare scherzi telefonici, ma quest'ultimo oltrepassa i limiti dicendo a Boe "Stanno violentando tua sorella." In America, il Parents Television Council, gruppo notoriamente allergico a qualunque contenuto non considerato "per tutti", ha citato questa scena come uno dei motivi per cui The Simpsons Guy era il peggior programma televisivo della settimana. In realtà chi ha criticato questa sequenza l'ha fraintesa: la sua forza non sta nell'uso della violenza sessuale come strumento comico (come dicono i detrattori), ma proprio nel farci capire che tale battuta fosse di cattivo gusto, come sottolinea il volto disgustato di Bart dopo aver udito le parole di Stewie. Un modo chiarissimo di evidenziare le differenze tra le due serie animate per quanto riguarda la comicità e la scelta di argomenti tabù.

The Simpsons Guy: faccia a faccia Peter/Homer nel crossover Simpson/Griffin

"Worst. Chicken fight. Ever." Questo è il verdetto dell'uomo dei fumetti sull'epico scontro tra Peter Griffin e Homer Simpson, basato sul modello collaudato delle liti tra Peter e la gallina gigante. Le botte durano sette minuti, e fanno da contraltare all'altra sequenza che vede protagonisti assoluti i due patriarchi: nel tentativo di ritrovare la macchina di Peter, decidono di aprire un autolavaggio riservato ai veicoli rubati. I due si danno quindi a varie pose più o meno "sexy", suscitando reazioni tutt'altro che entusiaste da parte dei clienti. Entrambe le sequenze peccano di eccessiva lunghezza, ma evidenziano con efficacia l'appeal inscalfibile dei due padri televisivi più pigri e inaffidabili di sempre.

Rivincita? Stando a entrambe le squadre di produzione, è attualmente esclusa la possibilità di una puntata de I Simpson dove Homer e compagnia visiteranno Quahog, fatto a cui alludono gli stessi personaggi nel corso dell'episodio. È invece confermata la messa in onda di Simpsorama, un episodio dove la famiglia preferita di Springfield incontrerà i protagonisti di Futurama, altra serie creata da Matt Groening. Questo crossover sarà trasmesso negli USA il 9 novembre.

The Simpsons Guy: Bart e Stewie in un'immagine promozionale del crossover Simpson/Griffin

Conclusioni

Un esperimento curioso e a tratti molto divertente, The Simpsons Guy è un ottimo episodio de I Griffin, il cui difetto principale è la scarsa presenza concessa a gag tipicamente simpsoniane. Detto ciò, vengono messi in risalto i pregi e i difetti di entrambi i programmi, per quaranta minuti di sane risate e satira intelligente. E sentire Stewie Griffin dire "Eat my shorts!" (la versione originale di "Ciucciati il calzino!") con il suo accento da baronetto inglese è uno dei momenti più spassosi dell'anno.

Max Borg
Redattore
4.0 4.0
Privacy Policy