Rocco e le coppie in crisi

Parte il 5 novembre Ci pensa Rocco, il programma di Cielo dove Rocco Siffredi arriva in soccorso delle coppie in crisi.

Rocco e le coppie in crisi

Da grandi poteri derivano grandi responsabilità! Lo afferma, citando Spider-Man e scherzando, Rocco Siffredi, icona del porno nel settore da trent'anni che metterà la sua saggezza al servizio delle coppie in crisi in Ci pensa Rocco, nuovo programma dall'inedito format in partenza su Cielo dal 5 novembre. Dodici episodi incentrati su altrettante coppie che, per un motivo o per l'altro, non funzionano più, e che Siffredi accompagnerà in un percorso improntato al recupero dell'attrazione reciproca. Presenti alla conferenza, oltre all'attore e regista hard, la direttrice del canale Antonella D'Errico, il capo delle produzioni originali Sky Nils Hartmann, Lorenzo Torraca di Verve Media Company, la filosofa Giovanna Farina e il sociologo Renato Mannheimer. La D'Errico ha aperto l'incontro descrivendo il successo di Cielo in termini di incremento dello share: "Dall'inizio del 2013 gli ascolti di Cielo sono raddoppiati, passando dallo 0,51% all'1,1%, e con programmi come Affari di famiglia che raggiungono il 2%. Il canale ha acquisito riconoscibilità grazie a programmi come Masterchef e The Apprentice. L'ultimo arrivato è Ci pensa Rocco, nato da un format originale e inedito. Siamo una rete molto libera e indipendente, con un pubblico adulto - dai 25 ai 54 anni - interessato a temi stimolanti e maturi come questo nuovo programma con Siffredi."

Promo - Ci pensa Rocco


Cosa ci può dire a proposito della collaborazione tra Sky e Siffredi? Nils Hartmann: Avevo già avuto occasione di lavorare con Rocco grazie a A noi piace corto. Siffredi è un marchio, un nome trasversale non limitato al suo settore. Quello che abbiamo cercato di fare con questo programma è stato trovare un modo per parlare della crisi della coppia seriamente, e soprattutto evitando di fare i furbi puntando su immagini vedo non vedo.

Ma le coppie, come le avete trovate? Lorenzo Torraca: È stato molto difficile fare il casting, scegliere le coppie giuste. Sono tutte molto diverse tra loro, e ci tenevamo molto che fossero coppie autentiche, scelte tramite il passaparola e il web. Rocco ha studiato molto per questo programma, voleva dare il meglio e aiutare a salvare le relazioni di quelle persone che si erano accorte che qualcosa non funzionava più.

Rocco Siffredi in una foto promozionale di Ci pensa Rocco
Sei contento dell'esperienza? Rocco Siffredi: Mi sono divertito un mondo perché tutto si basava su come io mi approcciavo a queste coppie, temevo che non avrebbero aperto bocca, e invece mi sono reso conto che a ogni episodio diventava sempre più facile fare aprire mariti e mogli: mi raccontavano tutto, come se parlassero con il prete. Va detto che è stato più facile con le coppie residenti da Roma in su. Con quelle da Roma in giù era evidente che i mariti temevano che venissi a farmi le loro mogli! Per fortuna abbiamo degli autori straordinari che hanno fatto un gran lavoro e grazie a loro è stata una bella esperienza.

Contenuto pubblicitario

Quali sono le dinamiche della coppia in gioco? Giovanna Farina: Questa trasmissione parla di erotismo ma non è ironica, spiega l'importanza non solo dell'amore spirituale ma anche di quello fisico: se questo viene meno, la coppia va in crisi. Ci pensa Rocco punta sull'aspetto rieducativo, ovvero rieducare la coppia al desiderio puntando su tre aspetti. Il primo è il ritorno alle origini, ovvero tornare con la mente ai momenti più belli dell'inizio della relazione; il secondo è il gioco, dove Rocco insegna alle coppie a giocare con l'eros. Il terzo è l'atto eroico, ovvero qualcosa che il compagno o la compagna non sa fare o odia ma che accetta di intraprendere per amore del partner.

Rocco Siffredi in uno scatto promozionale di Ci pensa Rocco
Rocco, una tua osservazione in merito alle statistiche secondo le quali più del 50% degli italiani ha vissuto la crisi di coppia? Rocco Siffredi: Conosco moltissime coppie di amici che si sono separate di recente a causa di Facebook, perché questo e gli altri social forniscono troppe distrazioni: bisogna focalizzarsi sul proprio partner indirizzando costantemente le energie nel mantenere vivo il rapporto. La donna, quando lascia l'uomo, lo fa definitivamente, mentre l'uomo riconosce la crisi sempre troppo tardi perché è portato a trovare scuse. Bisogna stare attenti e tenere vivo il desiderio, perché la prima cosa di cui si lamenta la donna è l'egoismo nel sesso da parte del partner. Molte lamentano la mancanza di preliminari e soprattutto dei baci.

Come aiuti la coppia in Ci pensa Rocco? Rocco Siffredi: Giocando insieme in modo divertente, sempre in modo diverso, perché ogni coppia è diversa. Gli ospiti di ciascuna puntata non sanno mai nulla di quello che succederà loro. Capita sempre, però, che li sottoponga a esercizi per ravvivare il desiderio, come il Kamafitness, dove insegno a un partner a "tenere la posizione" giusta. Una cosa importante è che anche la donna deve capire di dover essere meno aggressiva, se no il maschio come lei lo desidera se lo scorda.

Privacy Policy