How to Get Away with Murder: Commento all’episodio 1x06, Freakin’ Whack-a-Mole

Annalise Keating e i suoi tirocinanti sono impegnati in una disperata corsa contro il tempo nel tentativo di salvare la vita di un uomo condannato a morte per un omicidio che non ha commesso, mentre la professoressa cerca di riconquistare la fiducia di Wes Gibbins.

Il plot

Le regole del delitto perfetto

2014 - .... – Thriller
3.3 3.3

Annalise Keating ha l'occasione di far riaprire il caso di David Allen, un uomo che, oltre vent'anni prima, era stato condannato per un omicidio di cui si dichiarava innocente, e che potrebbe essere giustiziato nell'arco di pochi giorni. I tirocinanti di Annalise si danno da fare per riesaminare tutti gli aspetti del precedente processo, che era stato presieduto dal giudice Bill Millstone, il padre di Asher Millstone. Asher scopre con profonda delusione che suo padre si era lasciato corrompere per condannare Allen e passa l'informazione ad Annalise, che riesce così a identificare il vero responsabile e a scagionare Allen.

Nel frattempo Annalise si impegna anche per mantenere il controllo su Wes Gibbins ed evitare che il ragazzo denunci suo marito Sam; Wes decide di fidarsi ancora una volta della sua docente e di rientrare nella squadra. La donna incarica Frank Delfino di rintracciare Rebecca Sutter, che sembra scomparsa, e dopo aver trovato la ragazza fa anche in modo che la polizia ritrovi il cellulare di Lila Stangard.

Commento all'episodio

How To Get Away With Murder: Aja Naomi King, Karla Souza, Jack Falahee e Matt McGorry in Freakin' Whack-a-Mole

È il turno di Asher Millstone, impersonato da Matt McGorry (ex componente del cast di Orange Is the New Black), di occupare il centro del palcoscenico ed avere il proprio "episodio di celebrità" in How To Get Away With Murder, dopo quelli già riservati a tutti i suoi colleghi: in Freakin' Whack-a-Mole, difatti, il caso della settimana è collegato al padre di Asher, uno stimato giudice in odore di corruzione. Asher, finora, era apparso come un personaggio drasticamente mono-dimensionale: l'antipatico "buffone" del gruppo, escluso perfino dal "club degli assassini" nelle sequenze in flashforward (e anzi, del tutto ignaro del delitto commesso dai suoi colleghi di corso) e adoperato unicamente in funzione della "linea comica" della serie. In questo sesto episodio, Matt McGorry ha finalmente l'occasione di mostrare una maggiore varietà di espressioni e stati d'animo, benché il suo Asher rimanga sostanzialmente una macchietta dalla personalità piuttosto esile.

How To Get Away With Murder: Aja Naomi King e Alfred Enoch nell'episodio intitolato Freakin' Whack-a-Mole

Freakin' Whack-a-Mole, inoltre, gode di un importante punto a suo favore: il caso della settimana, ovvero il tentativo di scagionare in extremis David Allen, un uomo nel braccio della morte, è la vicenda giudiziaria più convincente - e coinvolgente - vista finora in How to Get Away with Murder. Non solo il caso in sé è costruito con un filo di coerenza in più rispetto a quelli delle scorse puntate, ma per una volta Annalise Keating ha veramente a cuore la sua battaglia giudiziaria, che per lei costituisce un'occasione per "rendere più giusto un sistema ingiusto"; e benché l'appassionata invettiva di Annalise all'indirizzo di un senatore corrotto appaia tutt'altro che verosimile, di sicuro il talento di Viola Davis è servito assai meglio in occasioni simili rispetto a quando la povera Viola è costretta a recitare battute riguardanti le foto di organi sessuali maschili sui cellulari di ragazze morte (vedi l'episodio Let's Get to Scooping).

What's next

How To Get Away With Murder: Tom Verica e Liza Weil nell'episodio Freakin' Whack-a-Mole

L'ambiguità morale dimostrata da Annalise, che si batte come una leonessa in tribunale affinché sia fatta giustizia, ma al tempo stesso copre le tracce in grado di collegare il marito Sam all'omicidio di Lila Stangard, continua a rappresentare il tema più interessante della serie targata ABC, e potrebbe diventare un nuovo motivo di conflitto fra Annalise e Wes Gibbins (e gli autori, maliziosamente, non perdono occasione per accennare alla latente tensione sessuale fra allievo e insegnante). A proposito di tensione sessuale: nelle sequenze in flashforward, scopriamo che Asher ha trascorso la notte dell'omicidio in tenera compagnia di Bonnie Winterbottom, alias Liza Weil: cosa avrà spinto l'inflessibile Paris Geller di Una mamma per amica, palesemente attratta dal marito della sua boss, a concedersi invece al più improbabile dei partner maschili su piazza?

Conclusioni

Un caso della settimana finalmente denso e coinvolgente, benché non privo ancora una volta di inverosimiglianze e passaggi troppo frettolosi, contribuisce a rendere Freakin' Whack-a-Mole un episodio di discreta efficacia. Per il resto, How to Get Away with Murder non smette di scontare la totale noncuranza dei dettagli e una caratterizzazione dei personaggi mai davvero profonda o credibile, ma conserva (almeno per ora) quel fascino da guilty pleasure che continua a rivelarsi il suo principale (unico?) elemento di interesse.

How to Get Away with Murder: Commento...
Stefano Lo Verme
Redattore
3.0 3.0
Privacy Policy