Fantasy Horror Award, day 2: Balaguerò, Zampaglione e Zone of the Dead

A Orvieto è il giorno dell'inedito horror serbo Zone of the Dead e della proiezione dell'attesissimo nuovo film di Federico Zampaglione, frontman dei Tiromancino già autore di Nero Bifamiliare, che ha faticato non poco per portare Shadow nelle sale italiane. L'uscita è prevista per il 23 aprile.

Dopo il forfait di Doug Bradley per gravi motivi familiari grande oggi a Orvieto c'è grande attesa per l'arrivo di Federico Zampaglione, Jaume Balaguerò, il regista danese Nicolas Winding Refn e Milan Todorovic, regista serbo che insieme all'omonimo Milan Konjevic presenterà nel tardo pomeriggio in anteprima il suo apprezzato secondo lungometraggio ancora inedito Zone of the Dead, la risposta serba alla figura classica dello zombie. Nel cast la giovane Kristina Klebe, che Movieplayer.it ha intervistato in esclusiva per i suoi lettori e Ken Foree, uno degli storici protagonisti dello Zombi di Romero.

Una delle prime immagini dell'horror italiano Shadow
Il secondo giorno del Fantasy Horror Award è anche e soprattutto quello di Federico Zampaglione, che presenterà stasera al pubblico e agli addetti ai lavori il suo nuovo secondo apprezzatissimo lungometraggio Shadow, nelle sale italiane il 23 aprile prossimo. Nonostante fosse sponsorizzato da Dario Argento, tra i primi a leggere la sceneggiatura del film e a pensare di co-produrlo con la sua Opera Film, Shadow ha trovato numerose difficoltà produttive sul suo cammino dalla carta al grande schermo ma Zampaglione non si è mai arreso ed ha trovato supporto in Massimo Ferrero che fu l'unico a non rispondergli che 'non era il caso né il momento di girare un horror in Italia'. Come l'ha definito lo stesso Zampaglione, soprannominato dagli horror fans Zombiglione per l'affinità elettiva con Rob Zombie, Shadow è un film insolito, una favola nera sospesa tra la vita e la morte con un supercattivo di nome Mortis (interpretato dall'inquietante attore Nuot Arquint) non è un film macabro né gore come Saw o Martyrs ma è più un horror psicologico che offre un orrore impalpabile e trasmette un certo disagio interiore più che fisico.

Una scena del film horror Rec 2
Tra gli altri ospiti di questo orrorifico sabato orvietano anche lo spagnolo Jaume Balaguerò che parlerà di Flatmate, il suo nuovo inquietante progetto orrorifico ambientato, dopo Rec e Rec 2, di nuovo in un condominio spagnolo e incentrato sulla figura di un portiere all'apparenza tranquillo che nasconde nell'anima un'orribile psicopatologia. Altro volto noto e nome di culto del fantasy moderno è Nicolas Winding Refn che in mattinata ha presentato in anteprima alcuni contenuti speciali e inediti di Valhalla Rising, il criptico film fantasy presentato all'ultima edizione della Mostra Internazionale d'Arte cinamatografica di Venezia con recensioni entusiastiche da parte della critica. I grandi attori ospiti del festival hanno presentato durante il pomeriggio i loro nuovi film. Robert Englund ha parlato di I Want to be a Soldier di Christian Molina, di cui ha appena finito di girare a Barcellona, come un film assai contemporaneo che parla di come i ragazzi e i bambini di oggi assorbano la negatività di videogiochi e trasmissioni televisive se non correttamente seguiti dai genitori. Il mitico attore che per decenniha prestato il volto a Freddy Krueger è anche protagonista di uno dei film italiani presentati in anteprima qui ad Orvieto e diretto da un regista non propriamente orrorifico, si tratta di Sinner di Alessandro Perrella, un horror d'altri tempi che offre un englund in versione Vincent Price, proiettato domani insieme a Il labirinto del male, il nuovo lavoro da regista di Sergio Stivaletti, storico creatore di mostri di Dario Argento. Segnaliamo anche la presenza a Orvieto del regista Shaun Robert Smith autore de The 4th Reich, il nazi-zombie-movie di prossima uscita ambientato nel 1944 in Germania che narra della nascita, su ordine di Hitler, di un esercito di soldati-zombie invincibili pronti a vincere qualsiasi guerra. Altro graditissimo ospite del Fantasy Horror Award Claudio Simonetti, storico leader dei Goblin 'argentiani', che ringraziamo per la graditissima visita di cui ci ha onorati presso lo stand di Movieplayer.it per un saluto veloce e una stretta di mano.

Altra attesissima proiezione è quella dell'attesissimo zombie movie Zone of the dead, il film diretto a quattro mani dai registi Milan Todorovic e Milan Konjevic candidato al Fantasy Horror Award come miglior film horror del 2009. Il lungometraggio interamente ambientato a Belgrado. Presentato in sala da Todorovic e dalla protagonista Krirstina Klebe nota al grande pubblico per la sua partecipazione all'Halloween di Rob Zombie, che ha ricevuto qui a Orvieto la nomination come migliore attrice horror emergente.

Ma non solo cinema perchè oltre a tutto questo si è tenuta oggi anche la presentazione del volume horror "Il bestiario di Lovecraft" di Adriano Monti-Buzzetti e la presentazione da parte della Star Comics della versione a fumetti della saga vampiresca creata da Darren O'Shaughnessy presto anche sul grande schermo in Aiuto Vampiro di Paul Weit (distribuito dalla Universal Pictures) di cui oggi sono state offerte alcune interviste esclusive e la proiezione in assoluta anteprima del backstage. A tutti i partecipanti alla presentazione la Star Comics ha regalato un pacco omaggio con poster, cartoline e copie dei suoi fumetti più celebri, da Dragon Ball a Inuyasha passando per Detective Conan.

Fantasy Horror Award, day 2: Balaguerò,...
Privacy Policy