American Horror Story - curiosità

2011 - ....

3.9
Curiosità e citazioni
Stagioni 7 6 5 4 3 2 1
Episodi Popolari

Citazioni


  • Billie: Lo vedo tutte le volte. I morti sanno essere più rancorosi di quelli del segno dello Scorpione.
  • Billie (a Violet): Io ero come te. Fino a 25 anni. Quando all'improvviso, mentre mi lavavo i denti, vidi la donna delle pulizie, solo che lei non aveva la spazzola e i guanti di gomma, era nuda e piena di sangue. Suo marito l'aveva uccisa con un rompighiaccio.
    Constance: E' difficile tenere un aiuto valido in casa.
    Billie (a Violet): Credi che mi facesse piacere avere un fantasma messicano pieno di sangue nel mio bagno? Tutto quello che volevo era diventare più brava a tennis e prendere il posto di Charlotte Whitney come presidentessa del mio club letterario. Ero stata scelta. E quando vieni scelta, ti conviene seguire il programma, oppure impazzire.
  • Vivien: Posso farle una domanda personale? Non si stufa mai di pulire i pasticci altrui?
    Moira: Siamo donne. E' quello che facciamo. Vengo pagata per questo.

Curiosità


  • Verso il finale di Continuum (12esimo episodio della seconda stagione di American Horror Story) il personaggio di Suor Jude guarda alla TV, con partecipazione, le avventure di Suor Bertrille, personaggio protagonista del serial The Flying Nun andato in onda negli USA sul network ABC dal '67 al '70. Il curioso personaggio della suora volante al centro della serie, è interpretato da Sally Field.

    ● ● ●
  • Due episodi della seconda stagione di American Horror Story, I am Anne Frank (1) e I Am Anne Frank (2) il personaggio al centro della storia è quello di Anne Frank, la ragazzina tedesca che morì nel campo di concentramento di Auschwitz nel 1945, e della quale furono pubblicati i celebri diari, a testimonianza di un importante (e drammatica) pagina della storia europea più recente. La versione adulta della Frank, curiosamente è interpretata dall'attrice Franka Potente.

    ● ● ●
  • Una scena dell'episodio I Am Anne Frank (1) della seconda stagione di American Horror Story in cui Evan Peters consuma un fugace amplesso con Lizzie Brocherè è un omaggio ad una celebre sequenza de Il postino suona sempre due volte, quella in cui Jessica Lange viene posseduta da Jack Nicholson su un tavolo infarinato. Jessica Lange tra l'altro è tra i protagonisti della serie televisiva.

    ● ● ●
  • Il brano che viene diffuso in maniera ossessiva nell'area ricreativa del Briarcliff Manor, il manicomio criminale gestito da suore nel quale è ambientata la seconda stagione di American Horror Story si intitola Dominique ed è cantato da una suora, Suor Sorriso - il cui vero nome era Jeanine Deckers - che tra il 1963 e il 1964 (anno in cui è ambientata la stagione - divenne celebre proprio con questo brano, che è dedicato al fondatore dell'ordine di cui faceva parte, San Domenico. In Italia, lo stesso brano è stato interpretato da Orietta Berti.
    Dopo aver lasciato il convento, la Deckers decise di intraprendere la carriera di cantante a tempo pieno, ma finì ben presto nell'anonimato. Si tolse la vita nel 1985 insieme alla sua compagna di vita, non riuscendo a far fronte alle loro difficoltà finanziarie.

    ● ● ●
  • In Nor'easter - terzo episodio della seconda stagione di American Horror Story - la direttrice dell'istituto psichiatrico in cui è ambientata la storia, organizza una proiezione di Il segno della Croce, di Cecil B. DeMille, allo scopo di distrarre i pazienti in previsione dell'arrivo di una forte tempesta. Tra le scene mostrate al pubblico di pazienti, quella in cui Claudette Colbert fa il bagno in una grande vasca colma di latte d'asina.

    ● ● ●
  • American Pie - Ancora insieme è il quinto film interpretato da Mena Suvari che ha la parola American nel titolo, dopo American Pie, American Beauty, American School e American Pie 2. L'attrice è anche apparsa in alcuni episodi della prima stagione di American Horror Story.

    ● ● ●
  • Nel dicembre 2011, la casa in cui sono state effettuate le riprese del pilot di American Horror Story è stata messa in vendita per 4milioni e 500mila dollari dall'agente immobiliare Joe Babajian. Situata al numero 1120 di Westchester Place, a Los Angeles, la mansion di Alfred Faist Rosenheim è stata descritta ai possibili acquirenti come "un capolavoro unico" di sei stanze da letto, cinque bagni, con una sala da ballo che in principio era una cappella e adesso è utilizzata come studio di registrazione, sei camini e porte in vetro di Tiffany che non sfigurerebbero in un museo, talmente sono pregiate.
    La messa in vendita dell'immobile però, non ha compromesso lo svolgimento delle riprese della serie, visto che come ha spiegato anche Connie Britton (che interpreta Vivien) solo il pilot è stato girato "on location", mentre il resto degli episodi è stato girato in una casa che è una replica esatta della mansion. Connie ha aggiunto che la casa sul set è talmente realistica che sembra di essere in quella vera, anche se poi quando si salgono le scale che portano al secondo piano, non portano da nessuna parte, ma finiscono lì.
    Alfred Faist Rosenheim non era certo un medico con velleità da macellaio, ma un architetto americano vissuto dal 1859 al 1943.

    ● ● ●
  • Nell'episodio Halloween - part 2 della serie American Horror Story, un primo piano del personaggio di Hayden (Kate Mara) è un omaggio ad un'immagine ormai iconica de La notte dei morti viventi di Romero.

    ● ● ●
  • Nell'episodio Halloween - part 1 della serie American Horror Story (prima stagione) il modo in cui l'uomo in latex inclina la testa di lato, è un omaggio a Michael Myers, l'assassino seriale creato da John Carpenter per Halloween - La notte delle streghe.

    ● ● ●
  • Nell'episodio Halloween - part 1 della serie American Horror Story (prima stagione) l'attore che interpreta il compagno di Zachary Quinto, durante una discussione, lo paragona a Martha Stewart, celebre personalità televisiva americana, un'istituzione nel ramo dei consigli per la casa e il ricevimento degli ospiti.

    ● ● ●
  • Dylan Mcdermott ha rivelato che per le scene di nudo che ha dovuto interpretare in American Horror Story (la prima stagione) ha rifiutato la proposta della produzione di farsi sostituire da una controfigura e ha preferito spogliarsi davanti alla macchina da presa. "Sapevo che ci sarebbero state scene di nudo e che molte persone avrebbero visto lo show, e sapevo quindi che avrei dovuto essere in buona forma fisica" - ha spiegato l'attore - "Sono andato in palestra e sono stato attento a quello che mangiavo. Quando ho ottenuto il ruolo la produzione mi ha chiamato e mi ha chiesto chi fosse la mia controfigura e gli ho risposto "Oh, no, le farò tutte io quelle scene, tesoro". A cinquant'anni, dopo le scene di nudo nella serie, Mcdermott è entrato nella classifica degli uomini più sexy dello spettacolo nel 2011.

    ● ● ●
  • In una sequenza della serie American Horror Story (Murder House, terzo episodio della prima stagione), nell'ambito di un macabro tour turistico dedicato ai luoghi più sinistri di Los Angeles, viene rievocata la tragica fine di Sal Mineo, ucciso in circostanze mai chiarite nel 1976.

    ● ● ●
  • Nel secondo episodio della prima stagione di American Horror Story, i tre psicopatici che fanno irruzione nella casa degli Harmon fanno riferimento a Charles Manson, il folle che uccise l'attrice Sharon Tate nell'estate del 1969. Curioso che a salvare Vivien Harmon e sua figlia Violet da un imminente massacro sia uno psicolabile che si chiama Tate di nome.
    Nello stesso episodio, la sequenza in cui Constance entra in casa degli Harmon per regalare dei muffin avvelenati e chiacchiera con Vivien, che è incinta, ricorda certe sequenze di Rosemary's Baby in cui la vicina di Mia Farrow le prepara una bevanda "corretta". Rosemary's Baby fu girato da Roman Polanski, marito di Sharon Tate, un anno prima dell'omicidio di sua moglie.

    ● ● ●
  • Nel secondo episodio della prima stagione di American Horror Story, Constance punisce sua figlia Adelaide chiudendola in una stanzetta buia nella quale c'è uno specchio. La scena ricorda (anche stilisticamente) una sequenza simile di Carrie - lo sguardo di Satana di Brian De Palma in cui la protagonista viene punita da sua madre in modo identico.

    ● ● ●
  • Nel secondo episodio della prima stagione di American Horror Story la sequenza in cui Larry Harvey e Ben si confrontano sotto un tunnel, fa pensare alla sequenza del mancato inseguimento sotto un tunnel in Omicidio a luci rosse di Brian De Palma.

    ● ● ●
  • Nel flashback che apre il secondo episodio della prima stagione di American Horror Story, le giovani studentesse che condividono la casa stanno per recarsi ad un concerto dei Doors.Una di loro fa anche una battuta piccante sul frontman, Jim Morrison.