Filmografia

Filmografia di Paolo Cioni


Finché c'è prosecco c'è speranza


2017 – Giallo, Commedia
Recitazione (Landrulli)
4.2 4.2

Campagna veneta, colline del Prosecco. Una serie di omicidi e, unico indiziato, un morto: il conte Desiderio Ancillotto, grande vignaiolo che pare essersi tolto la vita inscenando un improvviso e teatrale suicidio. Un caso apparentemente impossibile per il neo-ispettore Stucky, metà persiano e metà veneziano: appena promosso, impacciato ma pieno di talento, per risolvere il caso deve fare i conti con le proprie paure e un passato ingombrante.

I delitti del BarLume


2013 – Drammatico, Giallo
? – Recitazione (Marchino)
2.5 2.5

Nell’immaginaria cittadina di Pineta, sul litorale toscano tra Pisa e Livorno, tra una “ciancia” e una partita a briscola, le giornate ruotano intorno al bar, centro nevralgico e strategico di qualsiasi comunità di provincia che si rispetti. Quando la routine di tutti i giorni viene improvvisamente spezzata da un omicidio, l’eterogeneo gruppo si trasforma, più o meno involontariamente, in una squadra di detective improvvisata ma efficace.

Fino a qui tutto bene


2014 – Drammatico, Commedia
Recitazione (Paolo)
3.0 3.0

L'ultimo weekend di cinque compagni di università che hanno convissuto a Pisa nella stessa casa. Tanti i ricordi che li uniscono, ricordi di amori passati, di feste, notti insonni sulle pagine di libri indecifrabili ma proprio adesso che tutto sta per finire arriva la malinconia. E' arrivato il momento per ognuno di loro di diventare grandi, di fare delle scelte e di lasciare per sempre quel periodo di spensieratezza e leggerezza vissuto insieme.

I primi della lista


2011 – Commedia
Recitazione (Fabio Gismondi)
3.2 3.2

2 dicembre 1969, la strage di Piazza Fontana cambia il volto dell'Italia, soffiando nelle piazze "calde" del paese il timore di un golpe. Tre giovani attivisti in un Sessantotto che sembra improvvisamente remoto decidono di mettersi in salvo in Austria. Viaggio rocambolesco e improbabile di Masi, Lulli e Gismondi, che vivranno avventure di ogni tipo fino all'arresto per aver sfondato la barriera della dogana al confine con l'Austria. Fu solo innocenza politica di tre giovani contestatori? Forse, ma è pur vero che nel 1971 viene alla luce il caso Borghese, e dunque un po' di profetica intuizione ...