Filmografia

Filmografia di Mirco Petrini


Sangue caldo


2011 – Drammatico
? – Recitazione (Uberto Cipriani)
3.4 3.4

Siamo a Roma, nel 1958, l'anno ricordato per la legge Merlin, che segna la fine della case chiuse. Anna é una bella e volitiva prostituta che sta per cambiare la sua vita: presto lascerà il casino dove lavora per sposare il suo Mister, un abile rapinatore dall'animo nobile che intende abbandonare il crimine dopo un ultimo, miliardario, colpo in banca. Purtoppo Gianni Fontana, il pericoloso complice di Mister, deciso ad impossesarsi di tutto il bottino della sanguinosa rapina, spezzerà per sempre i sogni di Anna, causando la fine della sua famiglia. Solo molti anni dopo, Antonia, la figlia ...

Il ritmo della vita (FILM TV)


2009 – Drammatico
Recitazione (Nicola)
1.8 1.8

Giulia, dopo una cocente delusione d'amore, decide di abbandonare le gare e dedicarsi esclusivamente alla gestione della sua scuola di ballo, la "Open Dance". La scuola vanta una lunga tradizione familiare ed è molto accreditata nell'ambiente del "ballo da sala". Purtroppo la sopravvivenza di questa piccola realtà viene messa in pericolo dall'inaugurazione dello "Starlive". Infatti, proprio davanti alla "Open Dance" nasce un nuovo, modernissimo centro sportivo con acclusa sala da ballo...

Enrico Mattei - L'uomo che guardava al futuro (MINISERIE TV IN 2 PARTI)


2009 – Drammatico
Recitazione (Fabbri)
4.0 4.0

Un uomo come Mattei che si è fatto dal nulla, arrivato dalla provincia marchigiana, diventa il protagonista della rinascita italiana del secondo dopoguerra. C'è un paese da ricostruire, un'economia da lanciare, il metano e l'Agip, il petrolio e l'Eni, le Sette Sorelle. Dalla sua parte un gruppo di amici, contro di lui i potenti del mondo...

Ma l'amore... sì


2006 – Commedia
Recitazione (Lars Ericsson)
1.6 1.6

Con il gruzzolo ottenuto grazie all'inaspettata eredità paterna, Alfredo decise di lasciare il paese, di trasferirsi a Roma e di aprirvi un ristorante. Il figlio Carmelo è entusiasta, mentre la timida figlia Angelina è più timorosa riguardo all'improvviso trasferimento.