Biografia

Cenni biografici di Matteo Tondini


Nato a Faenza nel 1988, a undici anni partecipa come concorrente al programma di RaiUno Disney Club nel quale vince una telecamera. Quattro anni dopo, il suo primo corto Ze Matrics, parodia del famoso film con Keanu Reeves, viene trasmesso su RaiTre nel corso della trasmissione Screensaver. Nel 2004 collabora con lo sceneggiatore Tonino Guerra e il pittore Mauro Andrea per la realizzazione di un corto dal titolo La fame e la sete, finalista lo stesso anno al Troppocorti Sony, nel quale Tondini è unico rappresentante dell'Emilia Romagna e concorrente più giovane in gara.

Nel 2005 dirige Il segnalibro, finalista al VideoCorto Nettuno, quindi Sembrerebbe il sussurro dell'acqua, videoarte finalista al Mestre Film Festival e al Sandena Film Festival, e l'anno seguente diventa regista ufficiale del CRER, comitato regionale per l'Emilia Romagna al ciclismo. Da allora realizza spot e documentari stagionali che vengono presentati al pubblico e alla stampa nazionale. Lo stesso anno lavora come operatore backstage sul set del film tv di Claudio Bonivento Il pirata - Marco Pantani e ne realizza il backstage ufficiale.

Nel 2007, fonda la Tondini Production e dirige il mediometraggio in costume del 1400 La bella Giulia (avvalendosi della collaborazione di suo padre Marco, sceneggiatore, di Luca Nervegna, direttore della fotografia e del costumista Steve Almerighi). Successivamente, il film viene proiettato nei cinema di Faenza (e in quattro date totalizza 1600 spettatori paganti), viene ceduto al canale satellitare inglese Propeller Channel, mentre la vendita dei DVD prosegue ancora oggi e partecipa ai David di Donatello nella sezione cortometraggi.

Quest'anno Matteo Tondini ha diretto la campagna promozionale della linea Napkin Italia, il cortometraggio Dietro l'angolo del sogno (proiettato alla Fiera dell'Arte di Forlì) e il corto Il mio ultimo giorno di guerra, da lui prodotto in sinergia con Olly Film e Valentino Peduli.
Per il suo film, che è interpretato da Ivano Marescotti, Andrea Vasumi, Enzo Cocomero, Matteo Fiori, Luigi Bettoli e Michael Zengerling, Tondini si è avvalso nuovamente della collaborazione di suo padre Marco, di Fabio Cianchetti (fotografia) e di Steve Almerighi (costumi).