M. Night Shyamalan

Regista, Sceneggiatore, Produttore
Curiosità e citazioni

Curiosità


  • Le prime volte di Manoj - Il film After Earth - Dopo la fine del mondo è il primo film ad essere stato girato con una camera digitale Sony F65, ed è il primo film digitale di M. Night Shyamalan. Allo stesso tempo è la prima volta, dopo vent'anni, che il regista ha accettato di dirigere un progetto basato su una sceneggiatura altrui.

    ● ● ●
  • Un progetto a lungo coltivato - I diritti per l'adattamento di Vita di Pi sono stati opzionati nel 2002, e da allora molti registi sono stati presi in considerazione per portare sullo schermo il romanzo di Yann Martel: tra questi, M. Night Shyamalan, Alfonso Cuarón e Jean-Pierre Jeunet. Alla fine, il film è stato realizzato da Ang Lee.

    ● ● ●
  • Shyamalan a lavoro con le giovani leve del cinema horror. - Devil è il primo episodio di "The Night Chronicles", una serie di tre storie dell'orrore ispirate ad Agatha Christie e concepite dal regista di origine indiana e formazione spielberghiana M. Night Shyamalan, che ci aveva consegnato due film da brividi con il cult Il sesto senso e con il meno apprezzato Signs. A dare vita sul grande schermo alle sue storie paurose ci pensano stavolta promettenti filmmakers e sceneggiatori di talento come John Erick Dowdle, già autore di Quarantena, ai quali Shyamalan ha affidato la realizzazione del suo progetto.

    ● ● ●
  • In ordine cronologico - Per fare in modo che gli attori di Unbreakable - il predestinato seguissero lo stesso percorso emotivo dei personaggi, Shyamalan ha girato seguendo l'ordine delle scene sul copione, tecnica usata piuttosto raramente per le difficoltà che procura nella programmazione delle riprese e nel piano di lavorazione degli interpreti.

    ● ● ●
  • Favola - La storia di Lady in the Water è stata sviluppata da una fiaba che il regista M. Night Shyamalan racconta spesso a suo figlio.

Citazioni


  • Quando si parla di paura di ciò che non si conosce, quella è la definizione di paura. Paura è ciò che è ignoto, che non conosciamo e ne siamo geneticamente predisposti in modo da metterci al sicuro. Abbiamo paura dei boschi perchè non abbiamo familiarità con essi, e questo ci tiene al riparo da eventuali pericoli.