Lelio Naccari

Attore
Biografia

Cenni biografici di Lelio Naccari


Scopre la recitazione parallelamente agli studi universitari, in ambito sociologico e in comunicazione pubblicitaria, al termine dei quali, nel 2008, vince il premio Giovani Talenti di Confindustria per la creazione dello spot sociale Mani, finalizzato a sensibilizzare sul tema delle estorsioni e dell'usura.

Si trasferisce poi a Parigi, dove frequenta l'Académie Internationale Des Arts du Spectacle, diretta dal Maestro Carlo Boso, e si diploma come attore.

In stage, frequenta anche la Civica Accademia d'Arte Drammatica Nico Pepe, la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi e il Conservatoire National Supérieur d'Art Dramatique di Parigi, dove è assistente di Mario Gonzalez alla messa in scena de Il Sogno di Una Notte di Mezza Estate.

Al cinema debutta con Artémis, coeur d'artichaut, film ispirato alla Nouvelle Vague scritto e diretto da Hubert Viel, che al Festival du Cinéma de Brive vince il Grand Prix France, il Premio della giuria Ciné plus e il Premio della giuria degli spettatori. Vince inoltre il Grand Prix al Festival Silhouette di Parigi.

Nel 2014, nelle vesti di un sicario tormentato e violento, é protagonista del mediometraggio Ricochet-Rimbalzello, opera prima del regista francese Nour Gharbi. Il film riceve il Premio Speciale della Critica al Maazzeni Film Festival.

In teatro è coinvolto in spettacoli di vario genere, in Italia e all'estero: da Shakespeare a Pirandello, da Kafka a Brecht, da Eschilo a Campanella, passando anche per la performance e il teatro fisico. Uno dei suoi ruoli più recenti è nell'apprezzato “Amleto di William Shakespeare” diretto dall'attore e regista messinese Ninni Bruschetta.