Kathy Bates

Attrice, Regista
Biografia

Cenni biografici di Kathy Bates


Attrice poliedrica sia nel suo lavoro di attrice, in grado di passare da folle killer a donna estremamente fragile, che nella vita reale dove dietro l'apparente dolcezza del suo sguardo si nasconde una donna forte in grado di combattere e vincere una battaglia durissima contro il cancro. Kathy Bates è tutto questo.
Nata a Memphis nel Tennessee, il 28 giugno del 1948, dopo gli studi superiori si laurea alla Southern Methodist University nel 1969, dopo aver imparato ad amare il teatro grazie proprio all'università, decide di trasferirsi a New York per iniziare la carriera di attrice.
Debutta al cinema nel 1978 in Vigilato Speciale e subito nel 1982 arriva il suo primo ruolo importante nel film diretto da Robert Altman Jimmy Dean Jimmy Dean al fianco di Cher e Karen Black.
Intanto alterna cinema a teatro, dove fioccano critiche entusiaste per il suo lavoro a Broadway.

Al cinema gira Due come noi e Il mattino dopo, concludendo gli anni 80 con un buona fama e reputazione, ma nel 1990 arriva l'esplosione. Rob Reiner la sceglie per impersonare Annie Wilkes, la psicotica protagonista di Misery non deve morire (film tratto da un romanzo del re del brivido Stephen King). E' il ruolo che la lancia nell'olimpo dei grandi (tuttora è il ruolo per la quale è conosciuta in tutto il mondo). La critica è entusiasta e vince l'Oscar come migliore attrice protagonista.
La sua poliedricità la porta ad alternare ruoli da protagonista a ruoli di contorno, con personalità del tutto differenti. E' la fragile protagonista del toccante Pomodori verdi fritti alla fermata del treno (1991), cupa protagonista de L'Ultima Eclissi (1995) tratto da un altro romanzo di King la cui interpretazione (quella di Dolores Claiborne) ha strappato molti applausi.
Nel 1997 James Cameron la sceglie per un ruolo di contorno nel suo Titanic, dove interpreta un'eccentrica e simpatica aristocratica.

Seguono diversi ruoli marginali nei film A civil action (1998), Waterboy (1998), Gli ultimi fuorilegge (2001), A proposito di Schmidt (2002). Interpreta la regina Vittoria ne Il giro del mondo in 80 giorni (2004).
Dal 2003 al 2005 interpreta la simpaticissima Bettina nella serie tv di successo Six Feet Under, ruolo per il quale riceve anche una nomination agli Emmy Awards.
Intanto Kathy intraprende la carriera di regista, dirigendo alcuni episodi di serie tv di successo quali Oz, NYPD Blue, Everwood e Six Feet Under.

Nel 2007 è doppiatrice nel film Bee Movie e nel 2008 lavora in Ultimatum alla Terra e Revolutionary Road dove ritrova Kate Winslet e Leonardo DiCaprio.