Julia Roberts

Attrice, Produttrice
Biografia

Cenni biografici di Julia Roberts


Julia Fiona Roberts nasce nel 1967 a Smyrna (Georgia, Usa). La sua infanzia è stata difficile: a quattro anni i genitori si separano, a nove anni perde il padre; il suo sogno da bambina è quello di diventare veterinaria. Frequenta il liceo con buoni risultati e contemporaneamente fa qualche lavoretto per mantenersi. Finita la scuola, si trasferisce a New York con la sorella Lisa. Qui tenta di avere successo come attrice: per pagarsi gli studi di dizione e recitazione sfila nell'agenzia di moda "Click".

Il suo primo ruolo di attrice è nel film Legami di sangue (1986), di Eric Masterson, accanto al fratello Eric Roberts e a Giancarlo Giannini. Nel 1988 interpreta un personaggio nel film Mystic Pizza di Donald Petriein. Nel 1989 ottiene già il primo riconoscimento della critica per la sua intensa interpretazione nel film corale tutto al femminile nel film Fiori d'acciaio di Herbert Ross, grazie alla quale vince il Golden Globe e ottiene la sua prima nomination all'Oscar come migliore attrice non protagonista.
All'inizio del 1990 si fidanza con il suo collega Kiefer Sutherland, con cui più avanti reciterà nel thriller Linea mortale diretto da Joel Schumacher.

Ma le porte di Hollywood si spalancano all'attrice grazie al successo planetario di Pretty woman (1990) di Garry Marshall, sorta di Cenerentola moderna, dove la spigliata Roberts recita il ruolo di un'escort di cui si invaghisce il facoltoso Richard Gere, vincendo il suo secondo Golden Globe e ottenendo una nuova nomination all'Oscar.
L'anno dopo interpreta il thriller A letto con il nemico di Joseph Ruben, il melodramma Scelta d'Amore, ancora diretta da Joel Schumacher, e si trasforma nella tenera fatina Thrilly per un Peter Pan ormai cresciuto in Hook - Capitan Uncino di Steven Spielberg, ma i film non avranno il successo sperato. In più si lascerà con il fidanzato Kiefer Sutherland poco prima del matrimonio.

L'attrice ha un ritorno di popolarità con la partecipazione a I protagonisti (1992) di Robert Altman e con il ruolo principale nel film di Alan J. Pakula, il thriller Il rapporto Pelican (1993), tratto da un romanzo di John Grisham. L'anno seguente interpreta la commedia Inviati molto speciali, di Charles Shyer, in coppia con Nick Nolte, e torna a essere diretta da Robert Altman in Pret-a-Porter.
Nella vita privata arrivano cambiamenti importanti: si sposa con il cantante di musica country e attore Lyle Lovett, da cui però dopo solo due anni si separerà. Nel frattempo la Roberts continua a lavorare nel romanticoQualcosa di cui sparlare di Lasse Hallstrorm (1995); nell'inconsueta rivisitazione horror Mary Reilly di Stephen Frears e partecipa a Tutti dicono I love you, incursione nel musical di Woody Allen.

Dopo l'intenso Michael Collins di Neil Jordan, nel 1997 ottiene la nomination ai Golden Globe come miglior attrice nel divertente film di P. J. Hogan, Il matrimonio del mio migliore amico, nel quale recita accanto a Cameron Diaz e Rupert Everett. Interpreta poi dei film drammatici quali Ipotesi di complotto, e Nemicheamiche (1998) insieme a Susan Sarandon.

Finalmente, torna a ottenere i consensi straordinari di pubblico di Pretty Woman con due commedie romantiche. Il primo è il londinese Notting Hill (1999), dove recita la parte di una star che si invaghisce dello schivo libraio Hugh Grant. Con il secondo, l'esilarante Se scappi ti sposo, si ricompone la formazione originaria di Pretty Woman Roberts-Gere-Marshall. Segue l'irrisolto The Mexican di Gore Verbinski, dove è affiancata all'altra star del momento, Brad Pitt.
La consacrazione ufficiale dell'Academy avviene però con un ruolo sfaccettato e pieno di pathos: incarnando l'eroina ambientalista Erin Brockovich nel film di Steven Soderbergh, infatti, Julia Roberts riesce finalmente a guadagnarsi, non solo l'ennesimo Golden Globe, ma anche il suo primo Oscar come miglior attrice protagonista.

Il successo di Erin Brockovich la porta a intraprendere un lungo sodalizio con Soderbergh, con il quale collaborerà nella commedia I perfetti innamorati (2001), assieme a Catherine Zeta-Jones, nei film di rapina dal cast all-star Ocean's Eleven (2001) e Ocean's Twelve (2004) e nel più sofisticato Full Frontal (2002).
Ruoli più articolati sono, invece, quelli dell'insegnante in Mona Lisa Smile (2003) di Mike Newell (sorta di Attimo fuggente al femminile che non ebbe però il successo sperato); della moglie di una pericolosa spia in Confessioni di una mente pericolosa (2003), prima regia di George Clooney, e della fotografa Anna in Closer (2004) di Mike Nichols.

Dopo un periodo di pausa, durante il quale la Roberts si è presa cura dei suoi due gemelli Hazel Patricia e Phinnaeus Walter, avuti con il marito Dany Moder e si è dedicata con intensità all'attività di produttrice per cinema e tv, il ritorno sulle scene avviene di nuovo sotto la regia di Mike Nichols, nel politico La guerra di Charlie Wilson (2007), in coppia con Tom Hanks. Seguono il dramma indipendente Un segreto tra di noi (2008), una nuova incursione nel thriller spionistico con Duplicity (2009) assieme a Clive Owen, e ancora una commedia romantica per Garry Marshall, Appuntamento con l'amore (2010). Torna di nuovo sotto i riflettori con il ruolo da protagonista nel blockbuster Mangia prega ama, tratto dal best-seller di Elizabeth Gilbert, dove è una donna in crisi che decide di intraprendere un viaggio per il mondo alla ricerca di se stessa, ma sfortunatamente il film non riscuote l'atteso successo. Prosegue il sodalizio con Tom Hanks in Larry Crowne, nuovo esperimento alla regia del celebre attore.