John Williams

Compositore
Biografia

Cenni biografici di John Williams


Nato nel Queens nel 1932 da un trombettista jazz, John Williams ha passato la sua adolescenza tra New York e Los Angeles, studiando pianoforte, composizione e suonando come pianista jazz.
Si iscrive, infatti, prima alla Juilliard School of Music di New York e poi completa gli studi a Hollywood con Arthur Olaf Anderson e con il maestro italiano Mario Castelnuovo-Tedesco, grazie al quale è riuscito a entrare in contatto anche con grandi compositori per il cinema come Bernard Herrmann e Henry Mancini, da cui ha ricevuto ispirazione.

La sua carriera comincia negli anni Cinquanta con gli arrangiamenti di alcune serie tv e dei primi film, come Daddy-O, La negra bianca e Because They're Young. Williams si è fatto notare molto velocemente a Hollywood e ha ottenuto la sua prima nomination nel 1967 con La valle delle bambole, cui segue due anni più tardi quella per Goodbye, Mr. Chips.
La sua carriera è inarrestabile, e Williams comincia già a comporre per i maggiori registi americani - come Robert Altman per Images del 1972 e Brian De Palma per Fury del 1978 - e a firmare le colonne sonore dei principali successi commerciali degli anni Settanta, tra cui L'avventura del Poseidon, L'inferno di cristallo, Terremoto, I cowboys, Missouri, La battaglia di Midway; rimanendo immediatamente impresso nella mente degli spettatori grazie a uno stile musicale dal forte impatto, caratterizzato da leitmotiv facilmente orecchiabili e da una partitura ricca di orchestrazioni dal tono epico.

Decisivo è il sodalizio con Steven Spielberg, per i cui film ha composto tutte le colonne sonore a partire dal suo esordio Sugarland Express del 1974 (con le uniche eccezioni di Duel, Ai confini della realtà e Il colore viola), dando vita a motivi musicali scolpiti per sempre nell'immaginario cinematografico, come quelli de Lo squalo, E.T. l'extra-terrestre, Incontri ravvicinati del terzo tipo, I predatori dell'arca Perduta e Jurassic Park.
Altrettanto fondamentale è il lavoro per la partitura della trilogia di Guerre Stellari di George Lucas, ormai entrata nella leggenda.
Tra gli altri score memorabili di Williams sono almeno da citare quelli di Superman di Richard Donner, JFK - Un caso ancora aperto e Nato il quattro luglio di Oliver Stone, Le streghe di Eastwick, Turista per caso, Always, Mamma ho perso l'aereo e, più di recente, Il patriota, Sette anni in Tibet, Memorie di una Geisha, nonché la saga cinematografica di Harry Potter.

La sua straordinaria carriera è stata costellata, fino adesso, da ben cinque Academy Award (per Il violinista sul tetto, Lo squalo, Guerre Stellari, E.T. l'extra-terrestre e Schindler's List), 21 Grammy, quattro Golden Globe, due Emmy e sette BAFTA. Con le sue 45 nomination agli Oscar è stata la persona che ha ricevuto più candidature nella storia dell'Academy dopo Walt Disney e insieme al compositore Alfred Newman.

Oltre a comporre colonne sonore, Williams scrive anche pezzi per concerti come The Five Sacred Trees. Il suo talento, inoltre, è stato messo a servizio della televisione per la realizzazione di celebri temi musicali di serie televisive, tra cui L'isola di Gilligan e Lost in Space, e per il programma NBC Nightly News; nonché per il commento sonoro di eventi straordinari, tra cui quattro cerimonie inaugurali di Olimpiadi americane e la celebrazione del centenario della Statua della Libertà.