Ilir Jacellari

Attore
Biografia

Cenni biografici di Ilir Jacellari


Ilir Jacellari è nato a Lushnje, in Albania nel 1970. Figlio d'arte (suo padre Halil Jacellari era un famoso scrittore e giornalista) Ilir inizia giovanissimo con la pittura e il teatro nonostante le difficoltà dovute al regime comunista.
All'età di vent'anni scappa dal suo paese per trasferirsi in Italia, Roma dove attualmente vive e lavora. Nel 2003 debutta nel cinema italiano con il film Saimir di Francesco Munzi per il quale lavora come secondo assistente alla regia. Il primo ruolo arriva con L'orizzonte degli eventi nel quale interpreta uno scagnozzo della mala albanese accanto a Valerio Mastandrea, Ardian Cerga e Lulzim Zeqja.

Lavora sul set di Quando sei nato non puoi più nasconderti, di Marco Tullio Giordana come AOSM, e ritagliandosi anche un piccolo cameo nella pellicola. Dopo uno incontro con Vittorio Sindoni partecipa sempre alle sue fiction come Il Capitano e Butta la luna. E' apparso anche ne L'uomo della carità di Alessandro Di Robilant nel ruolo dell'autista di Don Luigi Di Liegro.

Ilir Jacellari si divide spesso tra cinema e Tv sia come attore e sia come doppiatore. Finalmente lo vedremo in un ruolo importante nel nuovo film di Luciano Manuzzi sulle morti bianche Gli ultimi del paradiso accanto a Massimo Ghini, Daniele Savoca, Elena Sofia Ricci, Thomas Trabacchi e Valentina Ludovini.