Carlo Vanzina

Sceneggiatore, Regista, Produttore
Home Carlo Vanzina Biografia

Cenni biografici di Carlo Vanzina


Carlo Vanzina è nato a Roma il 13 Marzo 1951.
Figlio del grande regista Stefano Vanzina, in arte "Steno", e fratello minore di Enrico Vanzina, soggettista e sceneggiatore di tutti i suoi film. Dopo aver conseguito la laurea in Scienze politiche presso un'università francese, collabora con il padre in qualità di aiuto regista.
Dopo sei anni di "gavetta", stando a fianco di artisti del calibro di Mario Monicelli e Alberto Sordi, riesce, con un budget ridottissimo a girare il suo primo lungometraggio intitolato Luna di miele in tre (1976), interpretato dalla celebre coppia Cochi & Renato.

Seguono poi varie pellicole divenute in seguito dei veri "cult" del genere comico-demenziale, quali I Fichissimi (1981) e il famosissimo Eccezzziunale... veramente(1982), entrambi sostenuti dall'irriverente interpretazione di Diego Abatantuono.

Il successo resta nelle mani di Carlo anche con il passare degli anni, che anzi accresce sempre più la sua popolarità grazie a pellicole come Viuuulentemente...mia (1982), Sapore di Mare (1982), fondatore del sottogenere della "commedia vacanziera", Il Ras del quartiere (1983) per arrivare al primo capitolo di Vacanze di Natale (1983); cui seguono Vacanze in America (1984), Yuppies - I giovani di successo (1986), Montecarlo Gran Casinò (1987). I fratelli Vanzina esplorano però anche altri generi oltre la commedia, come il thriller di culto Sotto il vestito niente (1985) - con la modella danese Renée Simonsen, che l'anno dopo girò con il regista anche Via Montenapoleone -; ma anche il poliziesco Tre colonne in cronaca (1990) e i sentimentali Amarsi un po' (1984), che lancia un giovane Claudio Amendola, Piccolo grande amore (1993), con Raoul Bova e, più di recente South Kensington (2001) con Rupert Everett.
I fratelli Vanzina dopo questi svariati "successoni" commerciali (hanno realizzato in più di 30 anni circa 50 film) vengono menzionati da ogni rivista cinematografica come i "re dei cine-panettoni".

Gli anni d'oro non finiscono mai, e i Vanzina proseguono la loro carriera con una fortunata serie di film comici, tra cui Selvaggi (1995); la parodia storica S.P.Q.R. 2000 e 1/2 anni fa (1994) con Leslie Nielsen; le commedie insieme a Paolo Villaggio Io no spik inglish (1995) e Banzai (1997); e A spasso nel tempo e A spasso nel tempo - l'avventura continua che vede protagonisti i buffi Boldi e De Sica, inossidabile coppia comica di una sterminata serie di cine-panettoni diretti da Neri Parenti.
Arriva poi uno dei tanti campioni d'incassi Vacanze di Natale 2000 seguito dal "remake" di Febbre da cavallo - la mandrakata, ancora con Enrico Montesano e Gigi Proietti, e dai purtroppo meno fortunati Le barzellette(2003) e In questo mondo di ladri (2004).

Ma la riconferma del grande successo di un tempo arriva immediatamente con i nuovi remake Il ritorno del monnezza (2005), affidato a Claudio Amendola, e Eccezzziunale...veramente - capitolo secondo... me(2006), di nuovo con Abatantuono, che sarà anche il protagonista del demenziale post-apocalittico 2061 - Un anno eccezionale (2007).

Dopo la "diaspora" del cine-panettone, segnata dal dissidio tra De Sica e Boldi, Vanzina dirige quest'ultimo in Olè (2006), che rappresenta il concorrente diretto di Natale a New York, con De Sica, ma ottiene un limitato riscontro. La collaborazione tra Vanzina e Boldi è continuata però anche nella serie tv Un ciclone in famiglia; ma il regista si era già cimentato in ambito televisivo dirigendo alcune miniserie di successo, come Anni '50, Anni '60, Un maresciallo in gondola con Ezio Greggio e Piper, con Martina Stella.
Le esperienze più recenti sono segnate dagli esperimenti del "cine-cocomero" (ovvero film vacanziero estivo) Un'estate al mare (2008) e Un'estate ai Caraibi (2009), dal tentativo di commedie più raffinate come La vita è una cosa meravigliosa (2010) e Ti presento un amico (2010) e dal remake Sotto il vestito niente - L'ultima sfilata (2011), con la top model Vanessa Hessler.